Padre di 5 figli scomparso a Bologna. La famiglia: “Non ha con sé i farmaci per il cuore”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:47
0
180

La storia di Pasquale Caputo, originario di Battipaglia e scomparso a Bologna, è stata raccontato dal programma “Chi l’ha visto”, nel servizio andato in onda lo scorso 21 ottobre.

Manca da due anni a casa Pasquale Caputo, il 60enne di Battipaglia di cui non si hanno più notizie da ormai due anni, dal 29 ottobre del 2018, quando l’uomo uscì di casa senza cellulare e documenti. La famiglia ha deciso di segnalare la sua scomparsa al programma televisivo di Rai 3 Chi l’ha Visto?. L’ultimo avvistamento è avvenuto a Bologna, dove l’uomo si recava spesso per trascorrervi intere settimane. Quando ha fatto perdere le sue tracce, Pasquale non aveva con sé né i documenti, né il cellulare, tantomeno i farmaci salvavita per il cuore.

Leggi anche -> Teschio trovato nel Bresciano, arriva la conferma del Dna: è di Iuschra

Pasquale Caputo, scomparso a Bologna due anni fa

Pasquale Caputo, 60enne originario di Battipaglia e padre di 5 figli, è scomparso misteriosamente a Bologna due anni fa. I familiari, disperati, hanno deciso così di rivolgersi alla trasmissione “Chi l’ha Visto?” per allargare le ricerche e per far sì che chiunque avesse notizie utili li contattasse.

La preoccupazione della moglie e dei figli dell’uomo è tutta per la sua salute: Pasquale, infatti, è un soggetto cardiopatico e al momento della scomparsa non portava con sé né i farmaci salvavita, né i documenti e neppure il cellulare e il portafoglio dove conservava, scritti a mano, i numeri di telefono dei figli.

Secondo il racconto delle figlie alla trasmissione della Sciarelli, Pasquale era solito prendere un treno per allontanarsi da casa per settimane. “Il treno per me significa libertà”, diceva l’uomo alle figlie. I familiari ci tengono a specificare, però, che nonostante questa abitudine, Pasquale, padre premuroso com’era, “chiamava sempre” per sapere come stavano tutti.

L’ultimo avvistamento

Pochi giorni prima di sparire, l’uomo aveva accompagnato la prima figlia all’altare nel giorno del suo matrimonio. Pasquale sembra felice e fiero ma pochi giorni dopo è partito per uno dei suoi misteriosi viaggi, con destinazione Bologna e non ha più dato sue notizie.

A Bologna, Pasquale era stato fermato dalle forze dell’ordine due giorni dopo la scomparsa. Non aveva i documenti con sé ma, al contempo, non c’erano motivi per trattenerlo in caserma, così è stato lasciato libero di andare. Da allora nessuno lo ha più visto.

La famiglia teme che l’uomo si trovi in obitorio, tra le tante salme che non portano nessun nome e che nessuno reclama.

Leggi anche -> Dramma a Napoli: palazzina crollata, si cercano dispersi