Il Meteo per l’Italia del 6 novembre: nuvolosità diffusa e temperature in calo

0
824

Il Meteo per l’Italia del 6 novembre

Meteo Italia 6 novembre

Cielo da nuvoloso a molto nuvoloso e temperature in calo, sono queste le principali previsioni meteo per il 6 novembre in Italia. Vediamole nel dettaglio secondo quanto ricavato dai bollettini ufficiali del Dipartimento Nazionale per la Protezione Civile e del servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare.

Il Bollettino del Dipartimento Nazionale della Protezione Civile

Secondo i dati del bollettino della Protezione Civile emesso nella serata di ieri, 5 novembre, la cartina dell’Italia è completamente verde. Da questo si evince che non ci sono allerta meteo e non ci sono rischi di carattere idraulico, idrogeologico, di temporali nonché di attività elettrica. Come sempre non sono prevedibili fenomeni di carattere locale.

 

Il Meteo in Italia del 6 novembre: le previsioni dell’aeronautica militare

E per verificare le situazioni di carattere locale entriamo nel dettaglio delle previsioni formulate dal servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare.

Nord Italia: – Cielo prevalentemente sereno o poco nuvoloso su tutto il Nord Italia. Fa eccezione le zone della fascia delle Alpi e delle Prealpi dove sono previste nubi basse con deboli piogge soprattutto sul versante del Piemonte.

Centro Italia e Sardegna: – Nubi compatte su tutto il settore in particolare sulla Sardegna orientale, sul Lazio e sulle regioni che si affacciano sul Mare Adriatico. Bel tempo sulle restanti zone dell’Italia centrala.

Sud Italia e Sicilia: –  Nuvolosità consistente su tutto il Meridione e sulla Sicilia, in particolare sulla fascia appenninica dove sono possibili anche deboli piogge.

Temperature, Venti e Mari

Temperature: – In flessione le minime e in particolare sulla Piemonte, sulla Lombardia, sull’Emilia-Romagna, sul Veneto, sul Friuli e sulla Sardegna. Stazionarie su tutto il resto del territorio. Le massime sono in calo su tutte le regioni della fascia adriatica. Lieve flessione anche per Molise e fasci appenninica meridionale.

Venti: – Deboli e variabili con rinforzi che spirano da nord-est per Veneto, Marche e Abruzzo e per le regioni della penisola ionica.

Mari: – Mossi e molto mossi il mare di Sardegna e il Mar Ionio. Poco mossi tutti gli altri mari.

—>>> Ti potrebbe interessare anche Coldiretti: in Italia i cinghiali sono più di 2 milioni. Pericolo in città e in campagna