Stefano D’Orazio, la ‘figlia’ Silvia: “Cresciuta a pane e Pooh”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:00
0
611

La vita privata del musicista Stefano D’Orazio, morto oggi di Coronavirus a 72 anni, la ‘figlia’ Silvia: “Cresciuta a pane e Pooh”.

(screenshot video)

Stasera è scomparso il batterista dei Pooh, Stefano D’Orazio: aveva contratto il Coronavirus. Il musicista nel 2017 aveva sposato la storica compagna Tiziana Giardoni, con la quale conviveva dal 2007. In precedenza aveva avuto una lunga relazione con Lena Biolcati, la quale proprio dai Pooh era stata scoperta e lanciata. La cantante ha una figlia, Silvia Di Stefano, che il musicista dei Pooh considerava come una figlia sua.

Leggi anche: Stefano D’Orazio Coronavirus: come è morto il musicista dei Pooh

Le parole di Silvia, per lei Stefano D’Orazio come un padre

Anche Silvia, in un’intervista di qualche tempo fa, parla dell’uomo come di un vero e proprio padre: “I miei genitori fanno parte del mondo della discografia, mia madre mi ha insegnato a cantare, ma loro appartengono al mondo della musica, io a quello del teatro. Mi hanno sempre supportato e mai ostacolata nella mia scelta”. La cantante è cresciuta quindi in un’atmosfera carica di musica e creatività e Stefano D’Orazio non le ha mai fatto mancare l’affetto paterno

Fortissimo è poi il rapporto con la madre: “Ricordo ancora con forte emozione il mio debutto sul palcoscenico di ‘Pinocchio’, insieme a mia madre, anche lei, per la prima volta, allora, nel mondo del musical. Siamo state amiche di tournée, oltre che mamma e figlia”. Silvia Di Stefano negli anni ha cercato anche lei di insegnare ad allievi più giovani: “La gavetta è fondamentale. Quello del musical è un settore difficile che è spesso sottovalutato. Oltre a saper cantare, ballare e recitare, ci vuole una grande preparazione su tutti i fronti. Serve il grande fuoco della passione, che ti porta a non riuscire a fare a meno del palcoscenico. L’obiettivo principale è emozionare”.

Leggi anche: Addio Stefano D’Orazio: morto il batterista dei Pooh