Addio Stefano D’Orazio: morto il batterista dei Pooh

0
899

Dramma nella musica italiana, Addio Stefano D’Orazio: morto il batterista dei Pooh, aveva 72 anni, l’annuncio poco fa via Twitter.

(Alessandro Cuomo/Getty Images)

Un dramma colpisce stasera la musica leggera italiana: si è spento a 72 anni Stefano D’Orazio, uno dei fondatori dei Pooh, batterista ma soprattutto strumentista, autore e scrittore della storica band. Ad annunciare per primo la morte del batterista dei Pooh è stato Bobo Craxi via Twitter: “Stefano, amico mio. Suona anche lassù”, il suo semplice messaggio. Entrato nel gruppo nel 1971, il musicista aveva fatto parte della band fino allo scioglimento nel 2009, partecipando anche alla reunion in anni recenti.

Leggi anche: Dodi Battaglia sui Pooh: “Ero contrario allo scioglimento”

Chi era Stefano D’Orazio, la vita privata del musicista dei Pooh

Il batterista dei Pooh, che nella band cantava e suonava anche il flauto traverso, era sposato dal 2017 con la storica compagna Tiziana Giardoni, con la quale conviveva dal 2007. La coppia non aveva figli e il componente dei Pooh aveva un rapporto affettivo molto forte con Silvia Di Stefano, figlia di Lena Biolcati, la sua ex compagna. La notizia della morte del musicista è stata data in diretta durante la trasmissione Tale e Quale Show e ha sconvolto tutti.

Roby Facchinetti, Red Canzian, Dodi Battaglia e Riccardo Fogli, tutti ex componenti della band, sono sconvolti dalla notizia della morte dell’amico: “Abbiamo perso un fratello”, sottolineano. Prosegue il messaggio dei componenti dei Pooh: “Abbiamo perso un compagno di vita, il testimone di tanti momenti importanti, ma soprattutto, tutti noi, abbiamo perso una persona per bene”. Stefano D’Orazio sarebbe morto per le complicazioni del Coronavirus: era ricoverato da una settimana.

Leggi anche: Roby Facchinetti, le lacrime dell’ex Pooh: “Troppi amici morti”