Sinner, nuova impresa: sconfitto Mannarino, vola in finale a Sofia

0
578

Si è appena concluso a Sofia il match valido per la semifinale del torneo ATP: di fronte il talento azzurro Jannik Sinner e Adrian Mannarino.

(Christof Koepsel/Getty Images)

Jannik Sinner si giocava oggi in semifinale a Sofia contro Adrian Mannarino la seconda finale di un torneo ATP, dopo la vittoria alle Next Generation ATP Finals. Il tennista di appena 19 anni, altoatesino, è il gioiellino del tennis azzurro, con una serie di record messi insieme tra il 2019 e il 2020. Alla fine del 2018 era il numero 551 della classifica mondiale e quest’anno potrebbe chiudere tra i primi quaranta. Ieri, contro Alex de Minaur, l’ultima importante sfida vinta. Strapazzato con un 6-1 nel terzo e decisivo set il 21enne australiano.

Leggi anche: Sinner, impresa a Sofia: strapazzato de Minaur, terzo set perfetto

Com’è andata la semifinale tra Jannik Sinner e Adrian Mannarino

Anche l’avversario di oggi era molto solido: l’esperto francese Adrian Mannarino è testa di serie numero 5 in questo torneo ATP ed è tra i primi quaranta tennisti al mondo da diverso tempo. La prima parte del primo set è molto tirata ed equilibrata, poi nel sesto game la prima svolta del match: una serie di errori di dritto di Mannarino ribaltano la situazione e si passa dal 40-30 alla prima palla break per Jannik Sinner, che la concretizza e va sul 4-2. Si tratta del break decisivo, per poi chiudere il primo set in poco meno di mezz’ora per 6-3.

Nel secondo set, Sinner accusa qualche colpo nel quarto game, ma riesce ad annullare due palle break ai vantaggi e poi a rimettere in piedi la partita, pareggiando i conti. In ogni caso, Mannarino fa valere gran parte della sua esperienza in campo. Stesso copione nel sesto game: Sinner annulla un break a Mannarino, mette a segno un ace e approfitta di un errore del francese, tenendo ancora la battuta. L’esperienza del numero 39 al mondo si fa sentire e l’altoatesino accusa il colpo, ma tiene bene: la partita è equilibratissima, con Mannarino che tiene meglio il servizio. Nell’11esimo game, Sinner si prende ben tre palle break: non ne spreca nessuna e va sul 6-5, servendo per il set. Tre i set point nel 12esimo game per Jannik Sinner, che mette insieme 10 punti di fila e porta a casa la partita.