Ci vuole un fisico bestiale: il brano di Luca Carboni a Il Collegio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:51
0
160

Il brano di Luca Carboni, Ci vuole un fisico bestiale, a Il Collegio: la storia di una canzone divenuta ormai un classico della canzone italiana.

(Roberto Serra/Iguana Press/Getty Images)

Ha fatto ballare una generazione di giovani, quella cresciuta a inizio anni Novanta e oggi viene riproposto per un balletto nel docu reality Il Collegio, la cui quinta edizione va in onda su Raidue. Ci vuole un fisico bestiale è il singolo del cantautore bolognese Luca Carboni, pubblicato nel dicembre 1991. Il singolo è il primo estratto dall’album Carboni, che uscirà appena un mese dopo. Ma perché la scelta di farlo ballare ai partecipanti al docu reality, sempre più sorprendente negli ascolti? Il motivo è banale e riguarda l’ambientazione del programma, che quest’anno è proprio il 1992, come non sarà sicuramente sfuggito ai telespettatori.

Leggi anche: Lutto per Luca Carboni: “La morte è la curva della strada”

La storia di Ci vuole un fisico bestiale di Luca Carboni

Peraltro, Ci vuole un fisico bestiale è una sorta di brano-manifesto di Luca Carboni, che ha riproposto in tutte le salse nel corso della sua carriera, che festeggia ormai 35 anni. La canzone ebbe un vasto successo nazional popolare, anche perché venne presentata nel corso dell’ultima puntata della trasmissione televisiva Fantastico 12, condotta da Johnny Dorelli e Raffaella Carrà. Successivamente, venne inserita in una versione live nell’album Diario Carboni del 1993. Nel 1999, “torna” in una raccolta dal titolo Il tempo dell’amore e nel 2003 ancora dal vivo nell’album Live.

Arriviamo nel 2008 quando Luca Carboni duetta con i Neri per Caso proprio in questa canzone che viene inserita inserita nell’album del gruppo acappella campano, dal titolo Angoli diversi. Arriva quindi la raccolta Fisico & politico. Qui Luca Carboni duetta con i migliori interpreti italiani i suoi brani più di successo. Non potevano mancare Jovanotti, con cui è stato in tour nei primi anni Novanta, e appunto Ci vuole un fisico bestiale, che i due cantano insieme. Infine, nel 2019, arriva una versione alternativa del brano insieme a un gruppo di cinque cardiologi musicisti: il brano viene inciso nuovamente, stavolta per sensibilizzare alla prevenzione delle malattie cardiovascolari. Curiosità: nel b-side del singolo è stata inserita per la prima volta “Mare mare”, altra hit di Carboni, con la quale il cantautore bolognese vinse il Festivalbar nell’estate 1992.