Khrystyna Novak: il giallo della giovane scomparsa dopo l’arresto del suo fidanzato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:59
0
178

La 29enne ucraina risulta scomparsa da due settimane. Dal carcere il fidanzato 41enne lancia un appello: “Khrystyna fatti viva con la polizia”.

Khrystyna Novak, una giovane 29enne ucraina, ha fatto perdere le sue tracce dopo che il suo fidanzato 41enne è stato arrestato per armi e droga. Nella casa di Orentano, in provincia di Pisa, dove viveva con l’uomo di origini spagnole, la giovane ha lasciato la borsa con dentro i documenti. A denunciare la scomparsa della ragazza è stata la madre che vive in Ucraina e che non sentendola da giorni ha lanciato un appello. Del caso se ne occuperà anche la trasmissione televisiva “Chi l’ha visto?” nella puntata in onda questa sera, 18 novembre.

Leggi anche -> Massacro del Circeo: il delitto che ha sconvolto l’Italia

Dov’è Khrystyna Novak?

Che fine abbia fatto Khrystyna nessuno lo sa. Sono più di 10 giorni che non se ne hanno notizie, nonostante le ricerche incessanti, anche con i cani molecolari. La giovane ucraina, in Italia da 3 mesi con un visto turistico, è scomparsa nel nulla dopo che il suo compagno è finito in manette per armi e droga. Un evento che avrebbe scosso molto la ragazza secondo il racconto della madre Inna che vive in Ucraina. Proprio quel fidanzato, ora, parla dal carcere affidando un appello al suo avvocato Gabriele Dell’Unto: “Khrystyna qualora tu possa farlo fatti viva con la polizia”.

Il legale Dell’Unto spiega al giornale locale La Nazione che l’uomo ha anche prestato massima collaborazione con gli inquirenti e che sicuramente è estraneo alla sua scomparsa: “ha fornito qualsiasi indicazione utile ai fini delle indagini e ripone la massima fiducia nell’operato della Squadra Mobile. Si augura che la situazione si risolva il prima possibile e la giovane venga ritrovata” ha dichiarato.

L’ultima volta la ragazza è stata vista la sera di Halloween, di ritorno dal commissariato dove era stata sentita dagli agenti, i quali hanno poi certificato la sua totale estraneità ai fatti contestati al compagno. Alla stampa locale, un vicino della coppia, Giuseppe Mentessi, racconta: “L’ho vista l’ultima volta alle 22,15, era insieme al figlio di lui. Poi sono andato a letto e la mattina non c’era più”.

Si esclude per certo un allontanamento volontario, visto che la giovane non possedeva neanche un auto. Sul suo caso indagano la Squadra Mobile di Pisa e gli agenti del commissariato di Pontedera.

“Ha il cellulare spento e i suoi profili social non mostrano aggiornamenti dal giorno della scomparsa, la borsa con i documenti è stata trovata in casa dalla polizia quando ha fatto accertamenti nell’abitazione dopo la segnalazione” afferma Rada Garmash, connazionale e amica di Khrystyna. “Io sto cercando di aiutare questa famiglia che non può muoversi dall’Ucraina a causa del Covid. Faccio quello che posso da Brescia, dove abito. Speriamo di ritrovarla” ha detto Rada.

Leggi anche -> Andrea Ghira, il mostro del Circeo impunito: appello alla Corte Europea