Diana Bunch: da Vite al limite all’incredibile trasformazione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:59
0
203

La storia di Diana Bunch: da Vite al limite all’incredibile trasformazione, come è diventata dopo aver partecipato al reality show.

(Facebook)

Il reality show Vite al limite, guidato dal famoso chirurgo Dr. Now, aiuta le persone con obesità patologica ad adottare uno stile di vita sano. Non possiamo fare a meno, guardandolo, di tifare per questo o quel partecipante. Ci affezioniamo alle loro storie e poi quando queste “passano” vogliamo sapere come sono diventati adesso quei protagonisti del reality riservato alle persone obese. Ogni storia ci racconta di emozioni forti che vengono vissute da persone con le loro fragilità.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Vite al limite oggi: Doug Armstrong, come è diventato

Avete visto come è diventata Diana Bunch di Vite al limite? Ecco il motivo

Ne sa qualcosa ad esempio Diana Bunch, una donna che dopo aver partecipato al reality show sta davvero vivendo una seconda vita. Quando è entrata a far parte del cast del programma, pesava 280 kg, oggi davvero stentiamo a riconoscerla, visto il profondo cambiamento. La donna nata a Seattle era gravemente dipendente dal cibo, il che le fece raggiungere una massa così sbalorditiva. Non solo era obesa, ma aveva anche sviluppato un linfedema alle gambe, accompagnato da piaghe aperte e vesciche. Per partecipare al programma dovette essere accompagnata poiché impossibilitata a muoversi.

Diana Bunch è stata molestata da bambina da due ragazzi più grandi. Incapace di confidarsi con nessuno, voleva trovare conforto nel cibo. Ma a causa delle rigide regole di sua madre, non poteva farlo.Da adolescente, pesava solo 52 chili. Tuttavia, una volta che ha lasciato casa e ha avuto la libertà di fare le cose a modo suo, la sua dipendenza è andata fuori controllo. A causa della sua dipendenza da cibo ha anche perso il lavoro. Ma la visita di Diana in Texas si è rivelata fruttuosa. Dopo aver incontrato il dottor Now a Houston, ha fatto del suo meglio per superare il suo trauma infantile. Oggi ha perso qualcosa come circa 200 kg e ha ripreso a camminare. Nessuno, forse nemmeno lei, ci credeva veramente.