Cristina D’Avena, avete mai visto la sorella Clarissa? “Stufa delle sigle tv”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:05
0
157

La vita privata della cantante Cristina D’Avena, avete mai visto la sorella Clarissa? “Stufa delle sigle tv”, ha detto in un’intervista.

(Instagram)

A 56 anni compiuti, Cristina D’Avena, ospite della puntata odierna di ‘Detto Fatto’, è simbolo di sensualità e in decine di migliaia seguono i suoi aggiornamenti sul suo profilo Instagram. Così molti avranno appreso che ha una sorella minore, che si chiama Clarissa D’Avena e che di anni ne ha 46, sebbene ne dimostri proprio come la sorella più famosa molti meno. Anche lei ha avuto un passato nel mondo della musica per bambini e ha preso parte al coro dello Zecchino d’Oro. Oggi è rimasta nel mondo della musica e rappresenta l’ufficio stampa della sorella.

Leggi anche –> Cristina D’Avena super sexy su Instagram: il post misterioso – FOTO

Cosa sapere su Clarissa D’Avena e il suo rapporto con la sorella famosa

Non è la sola, sua sorella Cristina, della quale Clarissa D’Avena cura gli interessi. Infatti è addetto stampa anche di altri artisti, ma con la sorella più famosa ha un canale privilegiato ovviamente e l’ha seguita in tutti i suoi tour e concerti in giro per l’Italia. Le due hanno molto in comune, compreso il fatto di avere tanti amici, ma che probabilmente anche lei come la sorella non ha figli e nemmeno a quanto pare fidanzati. Un motivo di ‘attrito’ con la sorella più famosa è che a quanto pare la donna non ce la farebbe più a star dietro alle sigle di cartoni animati.

“Ne ho fin sopra i capelli, quando parte la sigla dei Puffi o di Kiss me Licia devo alzarmi e andare a farmi un giro, non ne posso più”, ha spiegato al ‘Corriere della Sera’ qualche anno fa Clarissa D’Avena, la quale ha rivelato le ansie e le fobie della sorella più famosa, legate soprattutto al viaggio. C’è anche spazio per un aneddoto sull’adolescenza al fianco della sorella: “Mi ero invaghita, naturalmente non corrisposta, di un chitarrista della serie tv, Massimo Varini. Ero la più piccola e facevo da mascotte. Un’altra volta volevo riconquistare un ragazzo, Emanuele, che mi scriveva lettere d’amore, ma io preferivo il suo amico. Poi ho cambiato idea e lui non ne ha voluto più sapere”. Cristina D’Avena avrebbe chiamato anche Alberto Castagna a fare da mediatore, ma non era servito a nulla.