Omicidio in famiglia a Torre del Greco, donna uccisa di botte dal figlio

0
881

Omicidio in famiglia a Torre del Greco

Omicidio in famiglia a Torre del Greco,

Un grave fatto di sangue è accaduto nella mattina di oggi, 23 novembre, a Torre del Greco, comune di 85.000 abitanti in provincia di Napoli, dove si è consumato l’omicidio di una donna di 56 anni, B.C. le iniziali della vittima. Del fatto è accusato il figlio, F.C. un uomo di 33 anni. Vediamo i dettagli.

I fatti di Via dei Remaioli

I fatti sono accaduto in Via dei Remaioli, una traversa della centralissima Via Cesare Battisti dove la vittima e il figlio convivevano da qualche tempo. La donna, una collaboratrice della scuola Don Bosco-D’Assisi, era separata dal marito e aveva deciso di vivere con il figlio, un uomo con un passato burrascoso e, secondo le prima informazioni raccolte da cronisti locali, attualmente seguito dai servizi psichiatrici della ASL Napoli 3 Sud.

Uccisa di botte

A quanto si apprende l’uomo, al culmine di una violenta lite, si è avventato sulla madre colpendola con calci e pugni e financo con un cacciavite. A dare l’allarme i vicini di casa dalla palazzina di Via dei Remaioli allertati della urla e dal trambusto.

Inutili i soccorsi

Sul posto sono intervenuti, immediatamente, i sanitari del 118 dell’Ospedale Maresca di Torre del Greco e le forze dell’ordine del Commissariato di Via Sedivola, distante meno di un chilometri dal luogo dell’omicidio. Ma sia i medici che i poliziotti non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della donna.

Omicidio Torre del Greco: le accuse

Il figlio della donna, un passato fatto di problemi di droga ed un presente fatto di cure psichiatriche, è stato fermato quasi subito dagli inquirenti guidati dalla dirigente del Commissariato Antonietta Andria ed ora è sottoposto allo stato di fermo. F.C. è in attesa che la Procura presso il Tribunale di Torre Annunziata, quello territorialmente competente su Torre del Greco, notifichi le accuse. Al fondo di tutta la vicenda resta l’ennesimo dramma familiare e resta soprattutto l’ennesimo femminicidio consumato nell’ambito degli affetti familiari.

—>>> Ti potrebbe interessare anche Milano, accoltella moglie e suocera e tenta il suicidio: le donne in fin di vita