Scomparsa di Mauro Romano: indagato un ex barbiere per sequestro di persona

0
635

Chiusa l’inchiesta sul rapimento di Mauro Romano, scomparso nel 1977 all’età di sei anni. Indagato per sequestro di persona un barbiere in pensione.

mauro romano

La Procura di Lecce ha chiuso le indagini coordinate dal pm Stefania Mininni sulla scomparsa a Racale del piccolo Mauro Romano, che all’epoca dei fatti aveva solo sei anni. Un conoscente della famiglia ed ex barbiere, oggi 79enne, dovrà rispondere dell’ipotesi di reato di sequestro di persona. Il suo nome era già presente nell’elenco degli indagati e fu già coinvolto nella vicenda, ottenendo però l’archiviazione della sua posizione.

Il giorno della scomparsa l’uomo si sarebbe allontanato col bambino a bordo di un Apecar, approfittando dell’assenza dei genitori. Poi avrebbe portato Mauro in un casolare di Castelforte per farlo giocare, fino all’arrivo di due persone non identificate che lo avrebbero portato via e forse venduto a chi commissionò il sequestro.

Il legale dei genitori Romano, Antonio La Scala, ha espresso grande soddisfazione per la chiusura dell’inchiesta. “Finalmente dopo 44 anni abbiamo il nome di un presunto responsabile”, ha detto l’avvocato, aggiungendo però con rammarico che a questa conclusione si sarebbe potuto arrivare già molti anni fa.

Ti potrebbe interessare anche -> Valentina Ferrari: cosa è accaduto alla donna di Livorno

Il rapimento di Mauro Romano: i fatti

Mauro Romano è scomparso a Racale, in provincia di Lecce, il 21 giugno del 1977 e da quel giorno non è più stato ritrovato. I genitori del bambino si erano dovuti recare in Campania per partecipare al funerale del nonno paterno e quando fecero ritorno, il 22 giugno, Mauro non c’era più. Nei giorni di assenza il bambino e suo fratello Antonio erano rimasti con i nonni materni. Il piccolo è stato visto per l’ultima volta alle 17,45 del 21 giugno mentre giocava a nascondino.

Il suo corpo non è mai stato trovato, come neanche i possibili sequestratori o assassini. Per ben due volte il Tribunale di Lecce ha archiviato l’indagine, ma l’esito dell’ultima inchiesta, riaperta su richiesta dei genitori, ha finalmente stabilito il volto del presunto rapitore dopo più di 40 anni. Adesso potrebbero essere chiariti tutti i punti della vicenda rimasti finora oscuri.

Ti potrebbe interessare anche -> Femminicidio a Padova: uccide la moglie con una coltellata sul petto