Domenica Live, Marina LaRosa racconta il dramma: “Voleva uccidermi”

0
607

Domenica Live, Marina LaRosa racconta il dramma dello stalking e dell’amore molesto: “Voleva uccidermi”

Marina LaRosa Domenica Live

Sarà una puntata scoppiettante quelle che andrà in onda oggi, domenica 29 novembre, del programma di punta del giorno di festa di Canale 5, “Domenica Live”, in studio agli “ordini” della “Capitana” Barbara D’Urso due ospiti di eccezione, l’attore Sergio Muniz, e soprattutto l’ex protagonista della prima storica edizione del Grande Fratello, quella del 2000, Marina LaRosa.

—>>> Leggi anche Sergio Muniz: l’attore vuole un figlio con Morena Firpo

Domenica Live, Marina LaRosa e Il dramma dell’amore molesto

La partecipazione dell’attrice e personaggio televisivo di Messina sarà molto intensa perché verterà sul racconto di un episodio drammatico della sua vita, un episodio di violenza sulla donne e stalking vissuto in prima persona.

Contro la violenza sulle Donne

Il racconto di Marina LaRosa avverrà nella pienezza dei tempi in quanto avverrà nella puntata di Domenica Live che va in onda nella settimana della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Ricorrenza formalmente istituita dalle Nazioni Unite, che cade ogni 25 novembre, e ricorda, in maniera simbolica, i fatti del 25 novembre 1960 quando nella Repubblica Dominicana le sorelle Mirabal, attiviste per i diritti delle donne, furono uccise per ordine del dittatore Rafael Leónidas Trujillo.

Il Post Instagram

Marina LaRosa ha anticipato con un post Instagram il proprio vissuto. “Messina. Ero molto giovanescrive venerdì 27 novembre su Instagram avevo circa sedici anni quando mi innamorai perdutamente di F”. E il drammatico racconto.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Marina la Rosa (@marina_la_rosa)

Domenica Live Marina LaRosa racconta il suo dramma

Marina racconta di essersi innamorata perdutamente, di aver vissuto quel rapporto come bello e sincero e, al tempo stesso, di non aver capito quanto quel rapporto fosse malato. “Mi amava così tanto da ingelosirsi per qualunque cosa”, una gelosia che F. usava come “giustificazione” per le violenza fisiche e psicologiche che impartiva alla giovane Marina LaRosa. “Ogni tanto capitavaconclude il post Instagramche tornassi con sangue sul viso”. Drammatico l’epilogo, a “mia madrescrive l’attricenon riuscivo a dirle la verità”. “Voleva uccidermi” ha sottolineato in un contesto diverso dal social l’attrice di Messina. Come lei migliaia di altre donne che nell’ambito dei rapporti affettivi vivono esperienze di annientamento capaci di portare fino alla morte. Nel solo 2020, in Italia, quasi cento persone sono state vittime di femminicidio, una donna ogni tre giorni.