Borussia M.-Inter 2-3, nerazzurri di carattere: Tabellino e Highlights

0
1174

Gli uomini di Conte vincono di misura una partita incerta fino all’ultimo minuto

Borussia Moenchengladbach-Inter: Tabellino e Highlights

Borussia Moenchengladbach-Inter 2-3, Cronaca, Tabellino ed Highlights

Borussia Moenchengladbach-Inter: Tabellino e Highlights – L’Inter ha un solo risultato a disposizione e dipende da quanto accade anche fra Real Madrid e Shakhtar Donetsk. Non importa, Antonio Conte ha chiesto ai suoi di dare il massimo, fino a quando il destino dei nerazzurri non sarà deciso. In novanta minuti è quindi obbligatorio spazzare via il Borussia Moenchengladbach, squadra tedesca dinamica e difficile da affrontare. In campo Brozovic, appena rientrato, al posto di Vidal, mentre per l’attacco e la difesa ci sono i titolarissimi. Lukaku Martinez per fare breccia nella difesa dei padroni di casa, De Vrij, Bastoni e Skriniar per difendere i pali di Handanovic.

La partita

L’incontro è da subito molto dinamico. I nerazzurri sanno quanto sia importante la sfida e partono in quarta, ma fra tante occasioni sin dall’inizio non trovano subito lo spiraglio migliore. Il Borussia risponde agilmente in contropiede rendendosi più volte pericoloso. Al 17′, dopo alcuni tentativi degli attaccanti, è Darmian a trovare il gol incrociando la palla con un tiro dotto le gambe del portiere del Borussia Sommer. L’ex Parma è sempre più utile al gioco della squadra e sta rapidamente risalendo le gerarchie nello spogliatoio, anche ai danni di un Hakimi sottotono che sembrava titolare inamovibile all’inizio della stagione. Con Darmian anche il 3-5-2 di Conte sembra aver trovato invece un equilibrio sulla fascia destra. La reazione del Borussia è feroce, perché nell’arco di cinque minuti Handanovic è costretto a fare tre interventi decisivi, che di fatto salvano il risultato sullo 0-1. L’Inter sfiora più volte il raddoppio in contropiede, ma è Plea a trovare il pareggio con un colpo di testa in area al 45′ su cross di Lazaro. Si va così negli spogliatoi in perfetto pareggio, un risultato che all’Inter non può bastare. Pesa la distrazione in marcatura di Skriniar. Conclusione imparabile per il capitano nerazzurro.

La ripresa

Nel secondo tempo lo spettacolo non si spegne, con tante occasioni da entrambe le parti, che non solo proseguono, ma si moltiplicano. Fino al 64′ il copione della partita sembra lo stesso, poi il match dei nerazzurri si accende con Lukaku. L’attaccante belga è sempre più decisivo nella manovra offensiva dell’Inter, che con la sostituzione di Lautaro trova in Sanche z anche una seconda punta di supporto pura. Il cileno sembra infatti essere tornato quello dei tempi migliori, almeno nella condizione fisica. Nell’arco di nove minuti Lukaku segna cos’ il 2-1 e il 3-1, tanto che la partita sembra essere chiusa, ma i tedeschi dopo tre minuti dal terzo gol degli ospiti trovano di nuovo con Plea il gol per accorciare le distanze. In un secondo tempo molto entusiasmante i nerazzurri così sono costretti a difendere il risultato a denti stretti nell’ultimo quarto d’ora di partita. Un tentativo che sembrava non riuscire, perché ancora una volta il terribile Plea ci mette lo zampino. Il gol viene però annullato dalla Var per un fuorigioco millimetrico. In una partita tiratissima fino all’ultimo minuto e con grande sofferenza l’Inter riesce così a portare a casa il massimo risultato, senza sapere ancora se basterà o meno per la qualificazione. Tutto si deciderà nell’ultima partita contro lo Shakhtar Donetsk.    

 

Potrebbe interessarti anche -> Chi è Stephanie Frappart, prima donna ad arbitrare la Champions League

Segui la Champions League su Twitter

Borussia Moenchengladbach-Inter: Tabellino ed Highlights

Reti: Darmian 17′, Plea 45′, Lukaku 64′, Lukaku 73′, Plea 76′

Borussia Moenchengladbach (4-2-3-1): Sommer, Wendt (Wolf 78′), Jantschke (Zakaria 46′), Ginter, Lainer, Neuhaus, Kramer, Thuram, Stindl (Embolo 70′), Lazaro Plea.
Allenatore: Marco Rose

Inter (3-5-2): Handanovic, Bastoni, De Vrij, Skriniar, Young (Perisic 87′), Gagliardini, Brozovic, Barella, Darmian (Hakimi 60′), Lautaro (Sanchez 71′), Lukaku.
Allenatore: Antonio Conte

Arbitro: Danny Makkelie
Ammoniti: Stindl Martinez, De Vrij, Barella, Lainer, Young, Lukaku, Gagliardini, Bastoni
Espulsi:

Highlights QUI