Fedez pedinato a Milano. Il rapper telefona alla polizia

0
459

Il rapper Fedez marito di Chiara Ferragni nella giornata di giovedì ha telefonato alla polizia perchè pedinato a Milano: “Mi inseguono”. Sull’auto che lo segue un investigatore privato che dichiara di abitare in zona.

E’ giallo sulla vicenda che ha visto coinvolto il rapper che a bordo della bordo della sua Lamborghini da 200.000 euro, stava rientrando a casa quando ha avvisato la polizia: “C’è una macchina che mi sta seguendo”. Come racconta il Corriere della Sera, la volante intercetta i due veicoli; il marito di Chiara Ferragni scende dall’auto e si scaglia contro il conducente dell’altra auto.

Sembrerebbe che a fare la telefonata alla polizia non è stato Fedez in persona. Lui ha avvisato casa dicendo di essere inseguito da circa 15 minuti da un’auto sconosciuta e il suo bodyguard, non presente con lui, ha chiamato il commissariato.

Gli agenti di una volante hanno intercettano le auto di Fedez e del suo inseguitore e le fermano per un controllo. Il rapper scende dall’auto e si dirige nell’auto dell’inseguitore chiedendogli perché lo insegue e gli da uno schiaffo. Gli agenti riportano la calma e scoprono che sull’altra auto c’è un giovane che dice di abitare nella stessa zona . Di mestiere è un investigatore privato, per la società del padre, ma viene accertato che non abita in quella zona e offre due versioni discordanti sulla vicenda.

Prima dice di aver cercato parcheggio, poi racconta che il rapper lo ha invitato a seguirlo. Fedez, invece, associa quel nome al racconto di un amico secondo cui starebbero facendo indagini sulle sue società all’estero. Ma non risultano società intestate al marito della Ferragni all’estero, la Questura di Milano sta cercando di chiarire la vicenda.

Ti potrebbe interessare anche –> Mascherine, Fedez e Chiara Ferragni raccolgono l’appello di Conte: – VIDEO