Milano, Gallera fa jogging violando norme anti-covid: “Ero in sovrappeso”

0
506

Giulio Gallera, assessore regionale al Welfare, domenica è andato a correre e ha postato delle foto sui social

Gallera
Foto Facebook

Due ore di corsa, venti chilometri di percorrenza: tutto ciò significa violazione delle norme anti-covid e una striscia di polemiche che non si placano. Continua a far discutere Giulio Gallera, assessore lombardo al Welfare che domenica si è dato alla corsa lungo il Naviglio della Martesana con degli amici.

Lo stesso assessore domenica pomeriggio ha pubblicato su Facebook le foto spiegando che la “Maratona è maestra di vita”. Lo sconfinamento (le regole anti-covid per i runner prevede che non ci si può allontanare troppo dai pressi della propria abitazione) è una delle violazioni con l’assessore invece domenica è entrato nei territori dei diversi Comuni.

POTREBBE INTERRESSARTI ANCHE >>> Governo Conte a un passo dalla crisi: Renzi non firma la riforma del Mes

Oggi 20 km lungo il naviglio martesana – la maratona è maestra di vita – stringere i denti e non mollare mai

Pubblicato da Giulio Gallera su Domenica 6 dicembre 2020

Gallera: “Non me ne sono accorto, ero in sovrappeso”

Il canale percorso collega Milano al fiume Adda toccando quindi vari Comuni. In un’intervista al Corriere della Sera Gallera ha spiegato che non c’era intenzione di sconfinare, che aveva la musica nelle orecchie e che se c’era qualche cartello di segnalazione non l’ha notato.

La Lombardia è zona arancione quindi non si può fare sport se non a livello individuale ma nelle foto Gallera era in compagnia di amici, sostenendo di averli incontrati alla partenza e che ognuno ha proseguito per conto proprio.

“Ero in sovrappeso” si è giustificato e quindi quando la corsa è cominciata non si è accorto di nulla. “Mi sentivo bene, le gambe andavano“. Anche nei commenti al suo stesso post qualcuno ha fatto notare che l’assessore meriterebbe una multa mentre altri, invece, hanno lodato le qualità fisiche.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Governo in crisi, Boschi: “Rischio di rottura? Spero di no, ma temo di sì”

Sono insorte le opposizioni alla Regione, Massimo De Rosa del Movimento 5 Stelle, ha detto che non ha dato il buon esempio e che sarebbe giunta l’ora delle dimissione. Anche Pietro Bussolati del Pd ha si è scagliato contro l’assessore stigmatizzando che in un solo colpo ha violato due norme.