Vieste, manomessa la filodiffusione: audio ‘hot’ al posto delle canzoni natalizie

0
591

Alcune persone incappucciate hanno interrotto la conferenza streaming del Comune, e hanno manomesso poi la filodiffusione. Dura la replica della sindaca.

(Photo by Scott Barbour/Getty Images)

In questi giorni di festa, passeggiare per le vie della propria città diventa un piacere, specie ora che i DPCM sono più blandi circa le restrizioni. Si cammina tra i portici gustando della cioccolata calda, ci si ferma davanti le vetrine, si osservano le luci scintillanti, il tutto viene reso ancora più magico dalle più classiche canzoncine natalizie che vengono diffuse dagli altoparlanti. Non a Vieste però, dove è accaduto qualcosa di davvero singolare.

Leggi anche -> Acqua alta a Venezia e il Mose non si attiva: previsto un nuovo picco

Vieste: audio ‘hot’ al posto di canzoni di Natale

Nella cittadina in provincia di Foggia, ieri sera si è assistito a qualcosa di davvero incredibile. La filodiffusione che accompagna lo scintillio delle luci di Natale posizionate nelle vie del centro è stata manomessa da alcune persone.

Al posto delle più classiche canzoni natalizie come “Tu scendi dalle stelle” o “Jingle Bells”, è stato trasmesso un audio a luci rosse, amplificato a tutto volume. I video che attestano l’accaduto sono diventati in pochissimo tempo virali, accompagnati – com’è facile intuire – da ogni tipo di commento.

La sindaca di Vieste, Rossella Falcone ha chiarito la dinamica dell’incidente in un post su Facebook. Secondo il racconto della sindaca, un numero imprecisato di persone a volto coperto sarebbe intervenuto disturbando la riunione streaming in atto, organizzata dal Comune. Le “diverse azioni puerili” messe in atto da questi “balordi”, tra cui parolacce e volgarità, sarebbero state tante e alla fine l’amministrazione comunale è stata costretta ad interrompere la videoconferenza sullo sviluppo turistico della città.

“Successivamente – continua la Falcone – è stato manomesso l’impianto di filodiffusione, installato lungo le vie del paese, sostituendo le musiche natalizie con un audio sconcio”. Lo sfogo amareggiato della sindaca continua: “Pensare che dei ragazzi si divertano nel rovinare l’atmosfera natalizia ricreata per i nostri bambini in questo momento già difficile e che ritengano divertente compromettere una riunione in cui si parla dello sviluppo turistico del nostro paese nell’interesse economico di tutta la cittadinanza – in un periodo di grande crisi – mi rammarica molto”.

Leggi anche -> Barbora Bobulova, cosa fa oggi: “Arrivata a odiarmi”

Una bravata che non è piaciuta per niente a Rossella Falcone, la quale ha specificato poi che si procederà legalmente per individuare i responsabili dell’accaduto e ha chiosato con un sonoro “l’intelligenza umana ha dei limiti, la stupidità no”.