Inter-Shakhtar 0-0: nerazzurri fuori dall’Europa. Tabellino e Highlights

0
1091

Senza vittoria la squadra di Conte arriva quarta nel girone. Ucraini in Europa League

Inter-Shakhtar: Tabellino e Highlights

Inter Shakhtar Tabellino Highlights

Inter-Shakhtar 0-0, Cronaca, Tabellino ed Highlights

Inter-Shakhtar: Tabellino e Highlights – Sotto la pioggia di San Siro non Eriksen, che sembrava debuttare questa sera finalmente da titolare, ma il recupero lampo di Barella riporta l’Inter in campo con i titolarissimi per provare a strappare una vittoria obbligata contro lo Shakhtar Donetsk. Antonio Conte lo aveva detto: indipendentemente dall’esito del confronto tra Real Madrid e Borussia Moenchengladbach la sua squadra deve vincere per continuare a sognare un’insperata qualificazione agli ottavi di finale di Champions League. I nerazzurri si appoggeranno in attacco alla coppia Lukaku-Martinez, mentre in difesa il terzetto titolare deve impedire le incursioni della squadra ucraina. Anche lo Shakhtar, in un gruppo apertissimo fino all’ultima giornata della prima fase della massima competizione europea, è tenuto a conquistare i tre punti per rimanere nel torneo, infatti la partita si rivela apertissima sin dai primi minuti di gioco.

Traversa Lautaro

La prima occasione da gol clamorosa arriva già al 7′ per l’Inter. Barella crossa dalla fascia destra, Lukaku lascia scorrere il pallone a difesa avversaria battuta e Lautaro calcia forte da un’ottima posizione. Per lui purtroppo solo il legno della traversa colpito in pieno da una conclusione ravvicinata sulla quale il portiere Trubin non avrebbe potuto far nulla. Al 21′ è De Vrij a sfiorare il gol, con la difesa dello Shakhtar distratta su calcio d’angolo, ma il tiro del difensore nerazzurro viene respinto due volte. Per contro gli ucraini non stanno facendo molto per ripartire e si limitano a difendere, rimanendo con il baricentro molto basso per i primi 28 minuti. Nel finale di primo tempo occasioni da entrambe le parti, con Handanovic che interviene sicuro su un paio di chance in contropiede dello Shakhtar, mentre Lautaro con un colpo di testa prova a sorprendere Trubin, ma senza successo. Negli spogliatoi si va così con il risultato fermo sullo 0-0.

La ripresa

Al 49′ la prima opportunità è per Lukaku, con l’Inter che deve assolutamente vincere e che quindi continua a spingere, ma il colpo di testa e debole e facile la presa per Trubin. Il secondo tentativo dl belga, sempre di testa è ben più pericoloso, ma il portiere dello Shakhtar si ripete con un gran guizzo che nega il vantaggio all’Inter. Qualche minuto dopo Lautaro sbaglia un tiro in area e le occasioni iniziano a essere diverse dai nerazzurri, senza però che arrivi il gol. Neanche Skriniar su corner non trova la porta dopo aver colpito il pallone di testa. In una ripartenza lampo degli avversari è però Handanovic a salvare il risultato con una parata decisiva sul tiro di Tete, appena prima che l’attaccante dello Shakhtar uscisse dal campo su ordine di Luis Castro. Nel corso dei minuti la squadra ospite recupera terreno e si propone in avanti. Conte inserisce anche Sanchez e Perisic per provare a ravvivare l’attacco, ma l’Inter rimane poco incisiva in avanti, senza la giusta cattiveria agonistica. Nel finale il tecnico nerazzurro tenta anche un tripla sostituzione, inserendo Darmian, D’Ambrosio ed Eriksen per dare la scossa ma i subentranti non riescono a fare la differenza. All’88’ Sanchez arriva da dietro per colpire ti testa in area, ma neanche lui riesce a battere Trubin. Poco dopo una deviazione su un suo tiro manda il pallone in calcio d’angolo. Ben più brutta è la situazione che si crea poco dopo, perché sul corner è proprio Lukaku a “salvare” involontariamente per lo Shakhtar quello che sarebbe stato il gol del fondamentale vantaggio, deviando un colpo di testa sicuro al limite dell’area piccola. Sfortunato il gigante belga, ancor più il suo compagno di squadra Sanchez. Ben più determinante, ancora una volta, Trubin, migliore in campo degli ucraini, respingendo il fortissimo tiro dalla distanza di Eriksen. La difesa ucraina tiene così fino alla fine, giocando solo per quel punto che permette allo Shakhtar di accedere all’Europa League. Un risultato, lo 0-0, che lascia ai nerazzurri solo tantissima delusione, con la vittoria del Real sul Borussia Moenchengladbach a Madrid per 2-0.

 

Potrebbe interessarti anche -> Barcellona-Juventus 0-3: catalani travolti

Segui la Champions League su Twitter

Inter-Shakhtar: Tabellino ed Highlights

Reti:

Inter (3-5-2): Handanovic, Bastoni (D’Ambrosio 85′), De Vrij, Skriniar, Young (Perisic 68′), Gagliardini (Sanchez 75′), Brozovic, Barella, Hakimi (Darmian 85′), Lautaro (Eriksen 85′), Lukaku.
Allenatore: Antonio Conte

Shakhtar (4-3-3): Trubin, Matvienko, Vitao (Khocholava 36′), Bondar, Dodo, Maycon, Stepanenko, Kovalenko, Taison (Dentinho 86′), Marlos (Patrick 64′), Tete (Solomon 64′).
Allenatore: Luis Castro

Arbitro: Slavko Vincic
Ammoniti: Vitao, Gagliardini, Hakimi, Brozovic
Espulsi:

Highlights QUI