Sparta Praga-Milan 0-1, decide Hauge: Tabellino e Highlights

0
670

Un altro gol del norvegese in Europa League regala ai rossoneri il primo posto nel girone

Sparta Praga-Milan: Tabellino e Highlights

Sparta Praga-Milan 0-1, Cronaca, Tabellino ed Highlights

Sparta Praga-Milan: Tabellino e Highlights – A Praga i rossoneri già sanno di essere qualificati, cercano quindi solo di sorpassare il Lille in classifica con una vittoria contro lo Sparta e conquistare il primo posto nel girone, creandosi migliori chance in vista del sorteggio per i sedicesimi e la fase a eliminazione diretta dell’Europa League. Stefano Pioli, che già allena una squadra giovanissima, vuole far esordire altri giovani come titolari, tanto che in campo dal primo minuto scendono anche Daniel Maldini e Lorenzo Colombo, due ragazzi di grandi prospettive. Lo Sparta Praga è sin dai primi minuti molto passivo con Tatarusanu che di fatto non tocca mai il pallone. Le occasioni però, a dispetto del possesso palla della squadra ospite, latitano, senza il guizzo giusto per sbloccare il risultato.

Super Hauge

Occorre aspettare il 23′ affinché sia il norvegese Hauge, ancora un a volta come contro il Celtic, a sorprendere la difesa avversaria con un dribbling strettissimo che lo porta a favore di destro. Un tiro morbido che a giro batte facilmente e con grande classe il portiere Heca. I rossoneri vanno così in vantaggio quando i rivali del Lille contro il Celtic sono sotto di un gol, un risultato che garantirebbe al diavolo il primato nel girone. I padroni di casa provano a reagire ma la coppia inedita di difensori Duarte-Kalulu fa il suo, spegnendo le speranze della squadra ceca. Duarte in particolare è di fatto all’esordio stagionale dopo un lungo infortunio e la positività al Covid-19. Il  francese invece è un altro dei giovanissimi nella rosa del Milan, che a soli 20 anni ha esordito con merito in una partita di blasone europeo. In mediana la fonte principale del gioco rossonero è invece Tonali, che in un’altra partita da titolare è chiamato a prendere ulteriormente confidenza con lo stile che gli chiede Pioli, per integrarsi meglio nei rodaggi della squadra. Lo Sparta Praga non riesce a trovare il guizzo per pareggiare nel primo tempo, senza in realtà neanche impensierire troppo gli avversari. Masaryk decide di cambiare già nel primo tempo un centrocampista difensivo, favorendo l’ingresso di Krejci per dare un po’ di vivacità all’attacco.

La ripresa

Hauge ha subito l’opportunità di raddoppiare subito dopo il rientro dagli spogliatoi delle due squadre, ma un’azione simile a quella del primo tempo non si conclude allo stesso modo. Tiro debole che si spegne tra le braccia di Heca. Lo Sparta Praga ha un paio di occasioni, una anche evidente con Krejci, ma Tatarusanu, con parziale riscatto personale, interviene due volte negando il pareggio. Il Milan riparte il più delle volte direttamente in contropiede, ma Castillejo sulla corsa non riesce con un tiro fuori dalla trequarti a batter il portiere dello Sparta Praga, che questa volta blocca il pallone in due tempi. Karlsson, appena entrato al posto dell’infortunato Plavsic, dalla sinistra mette qualche brivido alla difesa rossonera con un cross tagliato, ma nessuno dei compagni di squadra riesce a colpire di testa il pallone in area, alle spalle della retroguardia milanista. Leao subentra a Colombo, perché Pioli vuole tenere alto il baricentro della sua squadra. Negli ultimi minuti il Milan sta concedendo troppo in difesa, mentre il Lille in Scozia pareggia con un gol del figlio d’arte Timothy Weah. Al 77′ un fallo molto duro su Leao nel corso di un contropiede rossonero da parte di Plechaty costa al giocatore dello Sparta Praga il rosso diretto, con i padroni di casa che rimangono in dieci, proprio mentre il Celtic nell’altra partita del girone torna nuovamente in vantaggio, tutto a beneficio del Milan. Proprio con questi risultati il giovane Milan riesce a conquistare la vetta del girone e ad affrontare da testa di serie i sorteggi per i sedicesimi di Europa League. I rossoneri di Piola continuano così la loro cavalcata stagionale con un’altra vittoria, che riguarda tanto il momento positivo in campionato quanto quello in Europa di una squadra che vanta in queste competizioni una tradizione storica.

 

Potrebbe interessarti anche -> Inter-Shakhtar 0-0: nerazzurri fuori dall’Europa

Segui l’Europa League su Twitter

Sparta Praga-Milan: Tabellino ed Highlights

Reti: Hauge 23′

Sparta Praga (3-5-2): Heca, Lischka, Plechaty, Vitik, Polidar, Karabec (Krejci II 45′), Soucek, Sacek (Krejci I 82′), Wiesner, Plavsic (Karlsson 66′), Minchev (Julis 66′).
Allenatore: Martin Masaryk

Milan (4-3-3) Tatarusanu, Conti, Kalulu, Duarte, Dalot, Krunic, Tonali, Maldini (Kessie 78′), Hauge (Brahim Diaz 90′), Castillejo, Colombo (Leao 67′).
Allenatore: Stefano Pioli

 

Arbitro: Daniel Siebert
Ammoniti: Sacek, Krunic, Polidar, Maldini, Heca, Castillejo,
Espulsi: Plechaty

Highlights QUI