Cagliari-Inter 1-3, rimonta nerazzurra: Tabellino e Highlights

0
986

Sardi in vantaggio, poi nel secondo tempo il riscatto di Lukaku e compagni

Cagliari-Inter: Tabellino e Highlights

Cagliari-Inter 1-3, Cronaca, Tabellino ed Highlights

Cagliari-Inter Tabellino e Highlights – L’Inter ha bisogno di una scossa dopo la pesante eliminazione in Champions League, che non vale neanche l’accesso all’Europa League per via del quarto e ultimo posto nel girone. La trasferta a Cagliari è una partita importante per riprendere la corsa almeno allo scudetto. Per via di tanti impegni di calendario Antonio Conte non può estromettersi da un turnover di fatto obbligato, con Perisic e Darmian sulle fasce al posto di Young e Hakimi, Eriksen finalmente in campo dal primo minuto al posto di Vidal e Sanchez titolare con Lautaro Martinez che siede invece in panchina. I nerazzurri cominciano la partita con il piglio giusto, attaccando la porta avversaria con continue azioni avvolgenti. Nell’arco della prima mezz’ora è però Alessio Cragno, portiere dei sardi, a ergersi come un  vero e proprio totem contro l’attacco ospite. Prima su Lukaku, poi su Eriksen, infine due volte su Sanchez, con qualche demerito però dell’attaccante cileno. L’estremo difensore dei padroni di casa salva di fatto il risultato, fino a quando alla prima occasione per il Cagliari, Sottil con una doppia conclusione, la seconda al volo, trova il gol portando in vantaggio i rossoblù. Di  fatto in un tempo dominato dai nerazzurri è il Cagliari a mettere a segno l’1-0, in una partita che sembrava a senso unico. L’Inter chiude così in svantaggio la prima frazione di gioco, dopo che Pavoletti in contropiede ha malamente sprecato il raddoppio.

Pareggio Inter

Conte vuole subito fare qualcosa per rigenerare l’attacco nerazzurro la cui unica pecca nel primo tempo è stata solo quella di mancare il gol, perciò nel secondo tempo, già al 46′, inserisce subito Achraf Hakimi. Nell’assalto nerazzurro però è il Cagliari a trovare interessanti ripartenze in contropiede, ma che nei primi minuti della ripresa non riesce a concretizzare. Ben più delle parate di Cragno nel primo tempo, ora la manovra dell’Inter è disordinata, nonostante Conte abbia presto inserito anche Martinez, un attaccante, al posto di Bastoni, un difensori. Il Cagliari prova a tenere il baricentro alto, ma proprio quando le speranze nerazzurre al 78′ sembravano iniziare a spegnersi, ecco il gol dell’ex, perché Barella con un tiro pregevole riesce a pareggiare dopo una respinta su un calcio d’angolo. La partita che stava per spegnersi si riaccende così all’improvviso, con gli ultimi dieci minuti nei quali sembrano poter raddoppiare entrambe le squadre, l’Inter per la rimonta, il Cagliari per riportarsi in vantaggio. Ha la meglio la prima opzione però, perché su un cross dalla fascia destra è Danilo D’Ambrosio, appena entrato, a trovare un’ottima rete di testa all’84’, che fa tirare allo stesso Conte e a tutti i tifosi nerazzurri un sospiro di sollievo. Cerri dopo meno di cinque minuti ha la ghiotta occasione di pareggiare, ma l’attaccante dei sardi manca clamorosamente l’impatto con il pallone, sarebbe valso un 2-2 che alla fine non si è concretizzato. In un disperato tentativo a fine recupero anche Cragno in area per trovare il secondo gol dei rossoblù, ma in contropiede a porta sguarnita è l’accelerazione di Lukaku a chiudere la partita con una marcatura personale. Un 1-3 che risolleva decisamente l’ambiente nerazzurro.

 

Potrebbe interessarti anche -> Sparta Praga-Milan 0-1: decide Hauge.

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter

Inter-Bologna: Tabellino e Highlights

Reti: Sottil 42′, Barella 77′, D’Ambrosio 84′, Lukaku 94′

Cagliari (4-2-3-1): Cragno, Lykogiannis, Carboni (Simeone 90′), Waluckiewicz, Farago, Rog, Marin, Sottil, Joao Pedro, Zappa, Pavoletti (Cerri 75′).
Allenatore: Eusebio Di Francesco

Inter (3-5-2): Handanovic, Bastoni (Lautaro 72′), De Vrij, Skriniar, Perisic (Hakimi 46′, D’Ambrosio 84′), Brozovic, Barella Darmian (Young 58′), Eriksen (Sensi 58′), Sanchez, Lukaku.
Allenatore: Antonio Conte

Arbitro: Fabrizio Pasqua
Ammoniti: Faragò, Darmian, Pavoletti
Espulsi:

Highlights QUI