Diego Sinagra, la carriera del figlio di Maradona

0
954

Diego Sinagra, e chi è qual è stata la carriera del figlio del compianto Pibe de Oro: dalla nazionale giovanile ai campionati regionali

Maradona j
Screen YouTube

Accanto alle ultime notizie che hanno accompagnato la scomparsa di Diego Armando Maradona si è parlato tanto delle varie compagne avute dall’ex calciatore con relativi figli sparsi un po’ ovunque nel mondo. Certamente tra i più conosciuti nati al di fuori del matrimonio con Claudia Villifane c’è Diego Junior Sinagra.

Nato nel 1986, l’anno del mondiale, è figlio di una relazione con una donna napoletana, Cristiana Sinagra, che ha sempre tenuto a precisare la paternità del figlio. Ma non è stato facile per la donna né per il ragazzo.

L’ex campione argentino per anni non voleva sapere nulla di quel figlio che prese il cognome della madre ma il nome del padre. Nel 1993 una prima vittoria per la donna con il Tribunale che riconobbe la paternità. Crescendo, poi, la somiglianza con il padre era così chiara che tutti commentavano che non c’era bisogno di un documento per stabilire a chi fosse figlio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> La morte di Charley Pride, prima stella nera del Country: ucciso dal Covid

Diego J. con chi ha giocato sul campi di provincia

Diego Mardona J
Getty Images

Nel 2003 durante una gara di golf ci fu il primo incontro con il ragazzo quasi maggiorenne, fino al riconoscimento ufficiale e l’istaurazione di un vero rapporto dopo qualche anno. Oltre al viso, Diego J. dal padre prese anche la passione per il calcio.

Cresciuto nelle giovanili del Napoli prima di passare al Genoa, il calciatore ha collezionato molte presenze nei campionati dilettantistici in Campania, dalla Serie D alla Promozione. Non è mancata però una convocazione con la Nazionale Italiana Under 17 nel 2001.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Paolo Palumbo: chi è il rapper malato di Sla vittima di una truffa

Tra il 2004 e il 2005 partecipò anche al programma Mediaset Campioni che seguiva il campionato del Cervia, squadra di Eccellenza dell’Emilia Romagna. Cominciò poi ha girovagare per le società campane, alcune delle quali storiche come l’Internapoli, la Caivanese, l’Arzanese e il Savoia. Gran parte della carriera l’ha disputata a San Giorgio a Cremano, in Eccellenza. Le ultime due maglie sono l’Afro-Napoli United e il Villa Literno. Ha militato anche nella Nazionale di Beach soccer. In occasione della morte non è padre era appena uscito da ricovero causa Covid.