Milan-Parma 2-2, pareggio con brivido: Tabellino e Highlights

0
838

Una doppietta di Hernandez salva il Milan da una sconfitta con i gialloblù

Milan-Parma: Tabellino e Highlights

Milan-Parma 2-2, Cronaca, Tabellino ed Highlights

Milan-Parma Tabellino e Highlights – Il Milan scende in campo al Meazza per tentare contro il Parma un ulteriore allungo in classifica ai danni delle rivali per lo scudetto. Per la squadra di Stefano Pioli prima in classifica l’inizio del match non è però dei migliori, perché subito si fa male Gabbia, che giocava in coppia con Romagnoli nella difesa rossonera,, e subito dopo qualche minuto Gervinho con una ripartenza trova libero in area Hernani che non sbaglia la ribattuta a rete con Donnarumma che non può fare nulla per impedire il vantaggio dei gialloblù. Una doccia fredda per il diavolo che si ritrova subito in svantaggio in casa. Buonissimo l’approccio della squadra ospite allenata da Fabio Liverani, che da sempre riesce a dare alle sue squadre lo spirito giusto per non mancare ai grandi appuntamenti, come quest’anno si è già visto ampiamente contro l’Inter. Il Milan riesce anche a pareggiare nel primo tempo, ma il gol segnato da Castillejo viene poi annullato dalla moviola, quindi tutto da rifare per i rossoneri. I padroni di casa sono però anche molto sfortunati, perché nella stessa azione riescono a colpire entrambi gli incroci dei pali della porta di Sepe con Brahim Diaz e Calhanoglu, con il Parma che si salva miracolosamente e conserva il vantaggio. Al 47′ il centrocampista turco, battendo un calcio di punizione dal limite, riesce a prendere addirittura il terzo palo per la sua squadra, colpendo il legno esterno alla sinistra del portiere dei gialloblù. Con il massimo del cinismo e un tiro solo il Parma riesce così ad andare negli spogliatoi con un gol sopra e il Milan immeritatamente sotto. Pioli è costretto così a inventarsi qualcosa per il secondo tempo.

La ripresa

Le scelte di Pioli ricadono su Hauge e Leao, i due giovani attaccanti chiamati a dare una svolta al match per i rossoneri, una volta subentrati al posto di Castillejo e Brahim Diaz. Inamovibile dopo il primo tempo Calhanoglu, che giocherà da questo momento in poi da trequartista. Nessun cambio invece per il Parma, che continuerà con gli stessi undici del primo tempo. A cinque minuti dalla ripresa della partita è di nuovo il turco a rendersi pericoloso dalle parti di Sepe, con l’ennesimo palo, il terzo personale e il quarto in totale per i rossoneri. Incredibile la sorte avversa per il diavolo, con la difesa del Parma più volte già battuta. Gli ospiti riescono addirittura a raddoppiare con Kurtic, che viene festeggiato da tutta la panchina, ma due gol di scarto per i rossoneri sarebbero stati un gap troppo ingiusto ed elevato per una partita così, tanto che Theo Hernandez riesce con un colpo di testa ad accorciare le distanze, dopo un calcio d’angolo battuto da Calhanoglu. Il Milan prova così a macinare gioco, anche con l’inserimento di Tonali in mediana, ma non riesce a trovare il pertugio per pareggiare nonostante abbia il morale alto. Il Parma tenta di addormentare il match, facendo spesso melina e lottando per l’1-2, ma comunque è favorevolmente condizionato dalla buona prestazione di Osorio e Bruno Alves, i due centrali difensivi. Neanche Kalulu trova la porta di testa su un altro calcio d’angolo molto insidioso battuto dal solito Calhanoglu. Serve una doppietta di Hernandez al recupero, praticamente inarrestabile, con un tiro imparabile a trovare il pari, facendo svanire le speranze del Parma. Pioli si salva così dalla prima sconfitta stagionale in campionato, anche se per quello che si è visto in campo sarebbe stata profondamente ingiusta con i rossoneri, che si sono comunque distinti con una grande prestazione.

   

Potrebbe interessarti anche -> Cagliari-Inter 1-3: rimonta nerazzurra

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter

Milan-Parma: Tabellino e Highlights

Reti: Hernani 13′, Kurtic 56′, Hernandez 58′, Hernandez 91′

Milan (4-2-3-1): Donnarumma, Hernandez, Romagnoli, Gabbia (Kalulu 5′), Calabria, Bennacer (Tonali 75′), Kessie, Brahim Diaz (Hauge 46′), Calhanoglu, Castillejo (Leao 46′), Rebic.
Allenatore: Stefano Pioli

Parma (3-5-2): Sepe, Gagliolo, Bruno Alves, Osorio, Iacoponi, Kurtic (Sohm 74′), Brugman, Hernani (Busi 87′), Karamoh (Cyprien 67′), Gervinho, Cornelius (Inglese 67′).
Allenatore: Fabio Liverani

Arbitro: Francesco Forneau
Ammoniti: Osorio, Iacoponi, Inglese, Calabria, Kalulu
Espulsi:

Highlights QUI