Risultato shock: le giovanili del Real Madrid vincono 31-0

Il Sad Villaverde si lamenta via Twitter: «Non è educativo»

Real Madrid, il risultato shock delle giovanili

Real Madrid, il risultato shock delle giovanili

Real Madrid, il risultato shock delle giovanili – La vittoria è netta, nettissima, perché 31-0 è un risultato che difficilmente si vede anche sui campi da calcetto dell’oratorio. Le giovanili del Real Madrid hanno rifilato questo punteggio ai rivali del Sad Villaverde, una piccola società che con la squadra degli Under9 non è riuscita a controbattere allo strapotere dei blancos in appena 40 minuti di gioco disputati. Presto la polemica è scattata su Twitter, perché il club sconfitto ha subito fatto dei riferimenti espliciti alla mancanza di sportività mostrata dai pulcini del Real Madrid, dal momento che nelle loro categorie, a parere del Villaverde, non sia educativo rifilare una sconfitta simile agli avversari, senza di fatto rispettarli. Grande sono la polemica e il dibattito che si sono generati sui social network, perché dal canto suo il club madridista si unicamente complimentato con i suoi giovani talenti, senza però fare alcun riferimento esplicito al risultato finale della partita. «Vogliamo esprimere la nostra indignazione per questo tipo di situazioni nel calcio giovanile: da un lato i grandi club dovrebbero usare strategie sportive per evitare punteggi così larghi e dall’altro dalla Federazione è necessario che si intervenga per una ristrutturazione di queste categorie», questo il tweet scritto dalla piccola società sconfitta. Al contempo l’interpretazione del club più vincente di spagna, almeno per i suoi addetti alla comunicazione, era invece quello di rispettarli senza pubblicare il punteggio effettivo, ma semplicemente riportando la notizia attestando che fosse stata una bella vittoria. Va anche detto che poche settimane prima erano stati i giovani del Valencia a vincere una partita per 30-0, in una categoria dove quindi i precedenti non mancano.

Quale filosofia

Nel calcio e nello sport in generale si è sempre parlato di quale sia il comportamento migliore da tenere in caso di un mismatch così elevato. Le scuole di pensiero sono principalmente due e nel contesto agonistico esperti e non continuano a dividersi. Da una parte chi è convinto che non sia un comportamento rispettoso quello di infierire con il punteggio, facendo prevalere quindi la logica del “deporre le armi” e del far scorrere i minuti, anche con torelli o meline forzate. Dall’altra chi invece è convinto che mantenere il miglior livello di gioco e il più grande impegno siano sinonimo di rispetto, dando sempre il massimo fino al novantesimo minuto. Ovviamente si tratta di qualcosa che può portare a esiti e punteggi come quello tra i pulcini del Real Madrid e quelli del Sad Villaverde. Quel che è certo è che può capitare a tutti, dalle giovanili ai Mondiali delle nazionali maggiori, ma una risposta definitiva ancora non l’ha trovata nessuno.

 

Potrebbe interessarti anche -> Sparta Praga-Milan 0-1: decide Hauge.

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter