Il Meteo per l’Italia del 14 dicembre, cielo sereno: allerta gialla sul Veneto

0
458

Cielo sereno o poco nuvoloso su tutta la Penisola ad eccezione del Veneto dove è stata attivata l’allerta gialla per rischio idrogeologico, sono queste le principali previsioni meteo per l’Italia di questo lunedì 14 dicembre.

Meteo Italia 14 dicembre

Il Bollettino della Protezione Civile

In base al bollettino ufficiale del Dipartimento Nazionale per la Protezione Civile, emesso nella serata di ieri, 13 dicembre, e valido fino alla mezzanotte di oggi, 14 dicembre è stato attivato il livello di allerta gialla, per rischio idrogeologico, sul Veneto.
Il resto della cartina dell’Italia è verde e pertanto non sono segnalati altri rischi o fenomeni importanti.

Le previsioni dell’Aeronautica Militare

Con l’ausilio dei dati del bollettino ufficiale del servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare entriamo ora nel dettaglio dei singoli settori del Paese.

Nord Italia: – Allerta gialla per il Veneto, cielo con assenza di nuvoli per il resto del territorio, con progressive velature dal tardo pomeriggio. Si segnalano nebbie e foschie persistenti su tutta la pianura Padana.

Centro Italia e Sardegna: – E’ previsto ampio soleggiamento lungo tutto il corso della giornata, nubi in progressiva intensificazione sulla Sardegna dal tardo pomeriggio.

Sud Italia e Sicilia: – Cielo prevalentemente sereno o poco nuvoloso su tutto il Meridione, fatta eccezione per Calabria e Sicilia dove sarà presente una nuvolosità compatta.

—>>> Ti potrebbe interessare anche Ambiente, l’Italia non respira bene: il rapporto SNPA sull’inquinamento dell’aria

Meteo Italia 14 dicembre: Temperature, Venti e Mari

Temperature: – Le minime sono, in generale, stazionarie fatta eccezione per le zone alpine, la Sardegna, il Lazio e la Campania dove sono in flessione. Temperature in aumento su tutto l’appennino tosco-emiliano. Le massime sono senza variazioni di rilievo ad eccezione dell’Emilia-Romagna e la Calabria; in rialzo su Toscana, Marche, Lazio, Abruzzo, Molise, Basilicata e Puglia.

Venti: – Di direzione variabile sul Centro-Nord; deboli di provenienza settentrionali sul Sud; forti di maestrale su Basilicata, Puglia, Calabria e Sicilia. 

Mari: – Molto mossi il mare Ionio, il mare dello stretto di Sicilia e il mare Adriatico; mossi il mare di Sardegna, il mar Tirreno e il mare Adriatico; Poco mossi tutti i restanti mari. Moto ondoso in progressiva attenuazione