Barbara D’Urso candidata presidente della Regione Calabria: tutti i dettagli

0
1073

Il centrodestra ha scelto, sarà la popolare Barbara D’Urso il candidato presidente alla Regione Calabria alle elezioni del prossimo 14 febbraio: tutti i dettagli

D'Urso Regione Calabria

La popolare, popolarissima, regina della domenica di Canale 5, Barbara D’Urso lo aveva preannunciato, “mi hanno chiesto di candidarmi e stavolta lo farò”, ma non aveva fornito dettagli.

Barbara D’Urso candidata presidente della Regione Calabria

Oggi la redazione di Cronaka 12 attraverso le informazioni raccolte da fonti dirette e autorevoli, in seno alla coalizione di centrodestra, è in grado di darvi un’anticipazione, la D’Urso sarà la candidata presidente alla Regione Calabria.

La morte di Jole Santelli

Vediamo i dettagli. Come noto lo scorso 15 ottobre la presidente della Regione Calabria, eletta appena a febbraio 2020, Jole Santelli, è deceduta. La giovane e battagliera esponente di Forza Italia è stata sconfitta da un male incurabile. Per le legge elettorale regionale entro sei mesi occorre tornare al voto e, pandemia da coronavirus Covid-19 permettendo, a febbraio, il 14 la data più indicata, i cittadini calabresi torneranno alle urne.

—>>> Ti potrebbe interessare anche Dramma alla Regione Calabria: arriva la morte della Presidente Jole Santelli

Il reggente

Al momento la regione è guidata dal vice della povera Santelli, Nino Spirlì che però non è considerato dalla coalizione un candidato di prestigio e di consenso. Ricordiamo che nel febbraio 2020 il centrodestra vinse con il 55,29% contro il 30,14% di Pippo Callipo.

Le polemiche sulla Sanità

La Calabria in questi mesi di vuoto di potere è stata al centro di immani polemiche soprattutto sul tema della Sanità. E’ necessaria una scossa, un personaggio di rilievo nazionale che faccia da traino ad una robusta azione di risanamento.

Regione Calabria, sarà sfida D’Urso – Irto

Il centrosinistra è orientato verso il giovane Nicola Irto che sarebbe sostenuto anche dal Movimento 5 Stelle. Il centrodestra di contro ha deciso di calare l’asso. Una coppia composta da Barbara D’Urso e dal sindaco di Cosenza Mario Occhiuto. Un giusto mix di popolarità e competenza amministrativa. A Spirlì sarebbe riservato il ruolo di presidente del consiglio regionale.

Barbara D’Urso nelle vene sangue calabrese

Ma perché Barbara D’Urso in Calabria. Al netto della popolarità televisiva la D’Urso è una donna del Sud a tutto tondo. Nata a Napoli nel maggio del 1957 è figlia di Rodolfo D’Urso, originario di Laurenzana in provincia di Potenza, e soprattutto, ai fini della candidatura di Vera Pentimalli di Sant’Eufemia d’Aspromonte, comune di 4000 abitanti in provincia di Reggio Calabria. La D’Urso è sempre stato legatissima al ricordo della madre, morta nel 1968 quando Barbara aveva solo 11 anni e alla sua terra di origine. Terra che ha sempre amato e spesso frequentato. La sua volontà è quella di lasciare, dopo quasi oltre 40 anni, il mondo della televisione e di chiudere la carriera tentando di risollevare le sorti della sua terra di origine. Non una missione facile.