Inter-Spezia 2-0, Hakimi, poi Lukaku su rigore: Tabellino e Highlights

0
466

Dopo un primo tempo di sofferenza, i nerazzurri trovano la vittoria nella ripresa

Inter-Spezia: Tabellino e Highlights

Inter-Spezia 2-0, Cronaca, Tabellino ed Highlights

Inter-Spezia: Tabellino e Highlights – L’Inter scende in campo a San Siro contro lo Spezia per conquistare altri tre punti preziosi, allungando la serie di vittorie consecutive in campionato e tentando di raggiungere e possibilmente superare il Milan in vetta alla classifica prima della pausa invernale per le festività natalizie. Classico 3-5-2 per Antonio Conte, che con l’assenza di Alexis Sanchez farà nuovamente affidamento alla coppia Marinez-Lukaku. Dall’altra parte lo Spezia al Meazza tenterà di conquistare almeno un pareggio contro l’attacco più prolifico del campionato fino a questo momento.

Equilibrio

Nella giornata nella quale si pensava al sorpasso dei nerazzurri ai danni del Diavolo capolista, gli uomini di Conte però nel primo tempo fanno molta fatica contro i liguri. Un’occasione iniziale per Romelu Lukaku e poi nulla, con i bianconeri di Vincenzo Italiano che minuto dopo minuto, grazie a un’ottima organizzazione tattica, riescono a trovare campo e azioni di gioco, pur senza creare azioni troppe pericolose per il capitano nerazzurro e portiere Samir Handanovic. L’Inter fa fatica a fare possesso palla, mentre lo Spezia, dopo la naturale riverenza iniziale, prende coraggio e fa il suo gioco, a tratti anche molto bello, con continui tocchi veloci e di prima. I nerazzurri non sembrano così in grado di mettere subito la partita sui giusti binari, con Lautaro e Lukaku che non sempre vengono riforniti dai centrocampisti nel modo giusto.

La ripresa

Conte per creare qualcosa di diverso dopo l’intervallo e un tempo molto spento per i suoi inserisce Sensi al posto di Gagliardini, ma lo Spezia sembra subito in grado, anche nella seconda frazione di gioco, di poter seguire nel suo gioco vivace e spigliato, mettendo in difficoltà i padroni di casa più di quanto si potessero aspettare. Dopo qualche minuto, sempre in una circostanza insolita rispetto a quanto ci si potesse appunto attendere, l’Inter costretta a difendere riparte con un lancio e cambio di gioco di Martinez che trova libero Hakimi sulla fascia destra. Con una sua accelerazione il marocchino trova la porta con un tiro incrociato sul primo palo. Provdel non impeccabile sul suo palo non riesce però a deviare il tiro forte e teso del terzino, permettendo ai nerazzurri di passare in vantaggio in una partita che sembrava stregata. L’Inter prova a trovare il raddoppio, ma contesta alcune decisioni arbitrali che Conte e co ritengono vada a favorire la squadra ligure. In una di queste circostanze i padroni di casa ottengono però la convalida di un calcio di rigore grazie a un controllo del var. Un’occasione preziosa per chiudere i conti che Lukaku non sbaglia. Il belga è il tiratore designato e si è rivelato decisivo dal dischetto degli undici metri anche contro il Napoli. L’Inter nell’ultima parte di gara non correrà poi particolari rischi, con entrambe le squadre quasi ad accettare il 2-0 per i nerazzurri e a fare tanto turnover attraverso le sostituzioni, sia Conte, sia Italiano, pensando al prossimo impegno in campionato. Solo la rete di Piccoli al 94′ farà cambiare effettivamente il risultato nel 2-1 finale, ma senza particolari patemi per  i padroni di casa. Per l’Inter ora ci sarà la trasferta di Verona contro l’Hellas, per i liguri la partita in casa contro il Genoa, rivale diretta dei bianconeri in ottica salvezza. Al 94′

   

Potrebbe interessarti anche -> Parma-Juventus 0-4: espugnato il Tardini

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter

Inter-Spezia: Tabellino e Highlights

Reti: Hakimi 51′, Lukaku 72′, Piccoli 94′

Inter (3-5-2): Handanovic, A. Bastoni, De Vrij, Skriniar, Young (Darmian 80′), Gagliardini (Sensi 46′), Brozovic (Vidal 66′), Barella, Hakimi (D’Ambrosio 80′), Lautaro, Lukaku (Perisic 80′).
Allenatore: Antonio Conte

Spezia (4-3-3): Provedel, S. Bastoni, Ismajli, Terzi, Vignali, Mora (Maggiore 72′), Ricci, Deiola (Agudelo 72′), Gyasi (Farias 80′), Nzola (Piccoli 80′), Acampora (Mastinu 91′).
Allenatore: Vincenzo Italiano

Arbitro: Michael Fabbri
Ammoniti: Brozovic, Nzola, Terzi
Espulsi: –

Highlights QUI