Alex Zanardi il campione “vede e sente”: le rivelazioni su Iron Man

0
615

Una buona notizia viene diffusa oggi sulle condizioni di Alex Zanardi, il campione “vede e sente”: le rivelazioni su Iron Man.

Zanardi
Alex Zanardi (Bryn Lennon/Getty Images)

Buone notizie per tutti i fan di Alex Zanardi: a un mese dal trasferimento nel reparto di neurochirurgia di Padova, un articolo di Carlo Verdelli sul ‘Corriere della Sera’ riassume un quadro clinico che è in progressivo miglioramento. Troppo presto per cantare vittoria, ma l’Iron Man – stando a quanto si legge oggi – vede, sente e risponde alle sollecitazioni della moglie Daniela, che non ha mai smesso di stare al suo fianco. Secondo quanto si legge, il campione di handbike ed ex pilota di Formula 1 “stringe la mano su richiesta. Se gli chiedono di fare ok, alza il pollice”.

Leggi anche –> Alex Zanardi trasferito all’Ospedale di Padova: condizioni stabili

Come sta oggi Alex Zanardi: le ultime sul campione italiano

Dopo l’incidente del 19 giugno 2020, durante una staffetta di beneficenza in handbike, Alex Zanardi sta facendo lenti, ma progressivi miglioramenti. Sei mesi dopo, dunque, arriva questa bella notizia, che scalda i cuori degli sportivi italiani e non solo. Carlo Verdelli scrive nell’articolo, che è un’anticipazione di quanto sarà possibile leggere sul supplemento del ‘Corriere della Sera’, Sette, in uscita giovedì 24 dicembre, che di fatto questa potrebbe essere la terza rinascita dello sportivo italiano. Il campione dell’handbike è universalmente riconosciuto come uno dei più rappresentativi campioni paralimpici al mondo, capace di ‘rinascere’ dopo il gravissimo incidente del 15 settembre 2001, durante una gara del campionato Champ Car al Lausitzring, in Germania.

In quell’occasione, il pilota ex Formula 1 ebbe 16 operazioni chirurgiche e 7 arresti cardiaci, inoltre gli costò l’amputazione delle gambe. Anni dopo, tornò a gareggiare nell’handbike, ottenendo grandi successi. Si legge nel resoconto di Carlo Verdelli: “Trovando le forze chissà dove, andandole a pescare dentro abissi sconosciuti a noi umani, Sandrino da Bologna, professione pilota, recordman mondiale di resurrezioni, piano piano sta scalando il secondo Everest che gli si è parato davanti all’improvviso, e questa è una delle poche notizie buone di un anno cattivissimo”. Un grande messaggio di speranza per tutti, in un anno davvero orribile.