L’Arma dei Carabinieri ha un nuovo comandante: è il generale Teo Luzi

0
729

A gennaio il generale Teo Luzi sostituirà il comandante Giovanni Nistri al termine del suo incarico triennale.

teo luzi
(Facebook)

Il nuovo comandante dell’Arma dei Carabinieri è il generale di corpo d’armata Teo Luzi. Lo ha stabilito il Consiglio dei Ministri su proposta del ministro della Difesa Lorenzo Guerini. A metà gennaio prenderà il posto di Giovanni Nistri, che terminerà il suo incarico triennale alla guida della Benemerita. Luzi, giunto ai 42 anni di carriera, è dal 2018 capo di Stato Maggiore dell’Arma dei Carabinieri. Numerosi i messaggi di auguri da parte degli esponenti politici dei vari partiti.

Ti potrebbe interessare anche -> Seriate, omicidio Del Gaudio: assolto il marito Antonio Tizzani

Il curriculum di Teo Luzi

Nato a Cattolica, in Emilia-Romagna, Teo Luzi è sposato e ha una figlia di 26 anni. Ha conseguito ben quattro lauree: in Giurisprudenza, in Scienze Politiche, in Scienze Internazionali e Diplomatiche e in Scienze della Sicurezza Interna ed Esterna. Ha inoltre un Master in Scienze Strategiche e uno in Strategia Globale e Sicurezza.

Il neo Comandante è insignito dell’onorificenza di “Grande Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana”, della “Medaglia Mauriziana” al merito di 10 lustri di servizio militare e di quella per la campagna militare della NATO. Luzi ha intrapreso la carriera militare nel 1978 presso l’Accademia Militare di Modena e la Scuola di Applicazione Carabinieri in Roma, e da due anni ricopre l’incarico di Capo di Stato Maggiore del Comando Generale dell’Arma.

Nei gradi di Maggiore e Tenente Colonnello ha ricoperto gli incarichi di Capo Sezione presso l’Ufficio Logistico e di Capo Ufficio Bilancio del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, di Capo Cellula G4 nell’ambito della missione “Multinatinal Specialized Units” in Sarajevo, nonché di Comandante Provinciale Carabinieri di Savona.

Ti potrebbe interessare anche -> Maria Sestina Arcuri, l’ex fidanzato Andrea Landolfi accusato di omicidio

Con il grado di Colonnello, ha ricoperto gli incarichi di Capo Ufficio Armamento ed Equipaggiamenti Speciali e di Capo del VI Reparto del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, nonché di Comandante Provinciale Carabinieri di Palermo. Da Ufficiale Generale, ha retto la carica di Capo del VI Reparto, di Capo del IV Reparto e Ispettore Logistico del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, nonché di Comandante della Legione Carabinieri Lombardia in Milano.