Attentato Nashville: autobomba in un centro commerciale – VIDEO

0
793

Natale di sangue negli Usa, attentato a Nashville: autobomba in un centro commerciale, il video dell’esplosione, i soccorsi e i feriti.

(screenshot video)

I funzionari delle forze dell’ordine ritengono che un’esplosione mattutina di Natale nel centro di Nashville sia stata un atto intenzionale, secondo un portavoce della polizia di Metro Nashville. In una breve conferenza stampa venerdì mattina, il portavoce Don Aaron ha detto che l’unità dei dispositivi pericolosi del dipartimento era diretta in centro in risposta a una chiamata su un veicolo sospetto quando si è verificata un’esplosione “significativa”.

Ti potrebbe interessare anche -> Sangue sulle strade italiane nella Vigilia di Natale

Cosa sappiamo dell’attentato a Nashville

Sembra ci siano pochi dubbi che si sia trattato di un’autobomba: “Crediamo che l’esplosione sia stata un atto intenzionale”, ha detto Aaron. Ci sarebbero tre feriti, ma nessuno di questi sarebbe in gravi condizioni. Lo ha spiegato il portavoce del Nashville Fire Joseph Pleasant. Da quanto si apprende, l’attentato è sotto inchiesta da parte di più agenzie, sia locali che federali, tra cui l’FBI e l’ATF. L’intera zona è in questo momento interdetta al traffico. Il testimone oculare Buck McCoy ha detto alla CNN che l’esplosione è avvenuta proprio di fronte a casa sua, facendo esplodere le sue finestre. Dalle testimonianze, pare che una ventina sarebbero gli edifici danneggiati.

Forse solo l’orario dell’esplosione, avvenuta intorno alle sei e trenta del mattino, ha evitato di fatto conseguenze ben più gravi. Il sindaco di Nashville John Cooper ha detto alla CNN di essere “a conoscenza di un’esplosione” e che si stava recando sul posto. L’autobomba, a quanto pare, era fuori da un centro commerciale. L’edificio è andato parzialmente distrutto e in quel momento comunque era chiuso. I vigili del fuoco hanno detto ai residenti di allontanarsi il più possibile dalla zona, come ha testimoniato anche Buck McCoy, sotto choc per l’accaduto.