Marisa Laurito ha fatto l’ipnosi: “So chi ero in un’altra vita”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:10
0
417

Marisa Laurito è stata ospitata da Serena Bortone a Oggi è un altro giorno e ha raccontato un episodio surreale

Marisa Laurito
Marisa Laurito (Getty Images)

Chissà a quanti piacerebbe sapere qual è stata la vita precedente, ammesso che si creda che ci sia più di una esistenza. Marisa Laurito lo sa e l’ha raccontato oggi su RaiUno nel programma Oggi è un altro giorno di Serena Bortone.

Ho fatto l’ipnosi regressiva” ha detto, e dopo questa scoperta ha anche risolto alcuni problemi di salute. Stava sempre male prima del debutto al teatro, aveva la febbre. Così andò da un medico che le propose di fare l’ipnosi regressiva. Scoprì così che in un’altra vita fu una donna con molti sensi di colpa perché testimoniò a una processo a favore di un uomo accusato ingiustamente.

La testimonianza però non fu utile per l’assoluzione dell’innocente. “Non avevo testimoniato bene e non ero riuscita a salvarlo” ha detto. Sensi di colpa che si sono riversati nella sua vita con la febbre e mal di gola, malanni superati dopo qualche esercizio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Il dramma di Laura Chiatti: “Gli attacchi di panico sono tornati, sono in cura da uno psichiatra”

Marisa Laurito: “Mai pentita di non aver avuto figli”

L’attrice ha parlato anche del privato, del suo noto rapporto d’amicizia con Luciano De Crescenzo, una persona alla quale era molto legata tanto da potersi pure innamorare, ma non è mai successo. “Mai avrei potuto avere una storia d’amore con lui perché mi faceva ridere”, ha affermato, con lui che a volte era suo padre e suo figli.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Sconsolata, che fine ha fatto Anna Maria Barbera di Zeling

A tal proposito ha parlato anche della scelta di non avere figli, decisione per cui non si è mai pentita. La decisione di non diventare mamma era dettata “dell’esagerato senso di responsabilità“. I figli vanno seguiti mentre lei ha preferito badare alla sua carriera, diventare brava e guadagnare con il suo lavoro.