Luce e gas, stangata in bolletta: cosa cambia dal primo gennaio 2021

0
469

Bollette degli italiani in aumento a partire dal 2021: +4,5% per la luce e +5,3% per il gas. Lo ha annunciato l’Arera.

bollette luce e gas in aumento

Con l’arrivo del nuovo anno le bollette di luce e gas saranno più salate: le tariffe per le famiglie italiane, nonostante la crisi generata dalla pandemia, registreranno un incremento rispettivamente del 4,5% e del 5,3% nel primo trimestre del 2021.

L’Arera, acronimo di Autorità di regolazione per energia reti e ambiente, ha precisato che i rincari sono dovuti all’aumento dei costi di produzione. Le quotazioni delle materie prime all’ingrosso sono infatti tornate agli alti livelli di un anno fa. Inoltre a influire nella stangata è anche alla crescita della domanda, come di consueto avviene nella stagione più fredda.

Per i nuclei famigliari in maggiore difficoltà economica saranno tuttavia introdotti dei bonus sociali automatici, senza quindi la presentazione della domanda, che consentiranno uno sconto in bolletta. La famiglia tipo italiana ha consumi medi annuali di energia elettrica di 2.700 kWh, con una potenza impegnata di 3 kW; per quanto riguarda il gas i consumi medi sono invece di 1.400 metri cubi annui.

L’Arera ha sottolineato che nell’anno scorrevole, compreso tra il 1 aprile 2020 e il 31 marzo 2021, gli italiani andranno incontro a una spesa di circa 1438 euro (448 per la luce e 950 per il gas), con una variazione del -20% circa rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente. Il risparmio per l’elettricità dovrebbe quindi essere di circa 55 euro, mentre quello per il gas di circa 91 euro.

Ti potrebbe interessare anche -> Iscro, la nuova indennità per le partite Iva: come funziona e chi può chiederla

Le proteste delle associazioni dei consumatori

Secondo le associazioni dei consumatori è necessario riformare il regime fiscale. Federconsumatori ritiene che per le famiglie, che già devono fare i conti con le conseguenze economiche e sociali dell’emergenza sanitaria, sarà complicato far fronte ai rincari delle bollette di luce e gas del prossimo trimestre.

“È il momento di agire concretamente sul versante della tassazione – ha spiegato l’associazione – mettendo in atto una riforma complessiva di oneri accise e balzelli”. Anche il Codacons è della stessa idea: la richiesta al governo è di “tagliare per tutto il 2021 oneri di sistema e balzelli vari che pesano sulle bollette luce e gas, per contenere i pesanti rincari tariffari del nuovo anno”. Secondo Consumerismo la tassazione che vige sulle bollette è “abnorme”.

Ti potrebbe interessare anche -> Dall’iPhone a GTA passando per AirTags: i prodotti tecnologici del 2021

L’Unione Nazionale dei Consumatori ha calcolato attraverso uno studio che una famiglia tipo, tra il primo gennaio e il 31 dicembre 2021, spenderà 23 euro in più per la luce e 50 euro in più per il gas, con l’incremento complessivo quindi di 73 euro rispetto all’anno precedente.