Pesaro, inferno sull’A14: camion prende fuoco, morto il conducente

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:30
0
297

Tragico incidente a Pesaro lungo l’autostrada A14: un camion dei rifiuti si è incendiato sopra un cavalcaferrovia causando delle esplosioni. Il conducente è deceduto.

pesaro, incidente sull'A14
(Twitter)

Momenti infernali nella tarda serata di ieri, lunedì 30 dicembre, nell’autostrada A14 a Pesaro, nelle Marche. Un camion ha preso improvvisamente fuoco mentre attraversava la corsia Nord, sopra il cavalcaferrovia del quartiere di Santa Veneranda.

L’incendio ha causato delle esplosioni e le fiamme hanno fatto volare in mezzo alla carreggiata pezzi incandescenti di lamiera, senza fortunatamente colpire le automobili che transitavano. Il conducente del mezzo pesante è stato trovato senza vita sull’asfalto.

In seguito all’incidente il traffico sul tratto dell’A14 finito tra le fiamme è stato bloccato per consentire le operazioni di spegnimento da parte dei Vigili del Fuoco di Pesaro e Fano. Sul posto sono intervenuti anche la Polizia Stradale e il personale della Direzione 7/o Tronco di Pescara di Autostrade per l’Italia.

Ti potrebbe interessare anche -> Trentino, uccisa l’imprenditrice Agitu Gudeta: arrestato un collaboratore

La dinamica dell’incidente sull’A14 a Pesaro

Secondo quanto reso noto da Autostrade per l’Italia, il tragico incidente è avvenuto al chilometro 161, lungo il tratto compreso tra Pesaro e Fano, in direzione Bologna. Secondo la ricostruzione dell’accaduto il camion, che trasportava rifiuti, si è ribaltato mentre percorreva il cavalcaferrovia.

Ti potrebbe interessare anche -> Terremoto Nord Italia Veneto Lombardia, epicentro Salizzole

Parte del carico del mezzo pesante è finita sull’asfalto prendendo fuoco e generando delle esplosioni. Barriere di sicurezza e manto stradale sono stati danneggiati dal fuoco che è divampato dal camion. Pezzi di lamiera sono finiti sia lungo il tratto di strada che sotto il cavalcaferrovia. Quando i soccorsi sono arrivati sul posto il conducente del mezzo era già morto.