Il Meteo in Italia del 31 dicembre, la tregua di San Silvestro prima del freddo

0
542

Il maltempo concede una tregua, prima dell’arrivo del grande freddo, in questo giovedì 31 dicembre 2020, allerta meteo di livello giallo per Emilia Romagna, Umbria, Campania, Basilicata e Calabria, ampie schiarite e temperature stabili sul resto dell’Italia.  

Meteo Italia 31 dicembre

Il Bollettino della Protezione Civile

Secondo i dati del bollettino ufficiale del Dipartimento Nazionale per la Protezione Civile, emesso nella serata di ieri, 30 dicembre, e valido per tutta la giornata di oggi, 31 dicembre, è attiva un’allerta meteo di livello giallo, per moderato rischio idrogeologico, su Emilia Romagna, Umbria, Campania, Basilicata e Calabria. Il resto della cartina dell’Italia è verde e pertanto non si segnalano allerta di altro tipo.  

Le previsioni dell’Aeronautica Militare

Con i dati del bollettino ufficiale del servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare vediamo nel dettaglio i singoli quadranti dell’Italia.

Nord Italia: – Allerta meteo di livello giallo per moderata criticità idrogeologica sull’Emilia Romagna. Alternanza di annuvolamenti e schiarite sul resto del settentrione. Deboli nevicate sulle Alpi. Foschie sulla Pianura Padana.

Centro Italia e Sardegna: – Allerta meteo di livello giallo per moderata criticità idrogeologica per l’Umbria. Nuvolosità compatta e diffusa su Marche e Lazio con piogge deboli e scarsa possibilità di rovesci. Precipitazioni temporalesche dal tardo pomeriggio sulla Toscana.

Sud Italia e Sicilia: – Allerta meteo di livello giallo per moderata criticità idrogeologica su Campania, Basilicata e Calabria. Nuvolosità diffusa sul resto del meridione con possibili piogge locali. Ampie aperture dalla serata su tutto il territorio.

—>>> Ti potrebbe interessare anche Morta a 9 anni per l’inquinamento: sentenza storica a Londra

Meteo Italia 31 dicembre: Temperature, Venti e Mari

Temperature: – Le minime sono stabili ad eccezione delle diminuzioni prevista sul Centro e sul Sud. Le massime sono, generalmente, stazionarie ad eccezione della flessione su Alpi, Marche, Abruzzo, Umbria e Molise. Leggero rialzo su Sardegna ed Emilia Romagna.

Venti: –  Deboli da Ovest su tutto il territorio ad eccezione dei rinforzi di maestrale sulle coste dell’Adriatico e ai venti moderati da Sud Ovest per Sardegna e rilievi appenninici;

Mari: – Poco mossi il mar Ligure e il mare Adriatico; molto mossi tutti i restanti mari; moto ondoso in costante attenuazione.