Il Meteo in Italia del 31 dicembre, la tregua di San Silvestro prima del freddo

Il maltempo concede una tregua, prima dell’arrivo del grande freddo, in questo giovedì 31 dicembre 2020, allerta meteo di livello giallo per Emilia Romagna, Umbria, Campania, Basilicata e Calabria, ampie schiarite e temperature stabili sul resto dell’Italia.  

Meteo Italia 31 dicembre

Il Bollettino della Protezione Civile

Secondo i dati del bollettino ufficiale del Dipartimento Nazionale per la Protezione Civile, emesso nella serata di ieri, 30 dicembre, e valido per tutta la giornata di oggi, 31 dicembre, è attiva un’allerta meteo di livello giallo, per moderato rischio idrogeologico, su Emilia Romagna, Umbria, Campania, Basilicata e Calabria. Il resto della cartina dell’Italia è verde e pertanto non si segnalano allerta di altro tipo.  

Le previsioni dell’Aeronautica Militare

Con i dati del bollettino ufficiale del servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare vediamo nel dettaglio i singoli quadranti dell’Italia.

Nord Italia: – Allerta meteo di livello giallo per moderata criticità idrogeologica sull’Emilia Romagna. Alternanza di annuvolamenti e schiarite sul resto del settentrione. Deboli nevicate sulle Alpi. Foschie sulla Pianura Padana.

Centro Italia e Sardegna: – Allerta meteo di livello giallo per moderata criticità idrogeologica per l’Umbria. Nuvolosità compatta e diffusa su Marche e Lazio con piogge deboli e scarsa possibilità di rovesci. Precipitazioni temporalesche dal tardo pomeriggio sulla Toscana.

Sud Italia e Sicilia: – Allerta meteo di livello giallo per moderata criticità idrogeologica su Campania, Basilicata e Calabria. Nuvolosità diffusa sul resto del meridione con possibili piogge locali. Ampie aperture dalla serata su tutto il territorio.

—>>> Ti potrebbe interessare anche Morta a 9 anni per l’inquinamento: sentenza storica a Londra

Meteo Italia 31 dicembre: Temperature, Venti e Mari

Temperature: – Le minime sono stabili ad eccezione delle diminuzioni prevista sul Centro e sul Sud. Le massime sono, generalmente, stazionarie ad eccezione della flessione su Alpi, Marche, Abruzzo, Umbria e Molise. Leggero rialzo su Sardegna ed Emilia Romagna.

Venti: –  Deboli da Ovest su tutto il territorio ad eccezione dei rinforzi di maestrale sulle coste dell’Adriatico e ai venti moderati da Sud Ovest per Sardegna e rilievi appenninici;

Mari: – Poco mossi il mar Ligure e il mare Adriatico; molto mossi tutti i restanti mari; moto ondoso in costante attenuazione.