Addio al 2020, il mondo saluta il 2021: il Capodanno al tempo del Covid

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:30
0
219

Il mondo dà il benvenuto all’anno nuovo con un Capodanno 2021 segnato dalle misure restrittive anti Covid: i protagonisti della notte sono stati i fuochi d’artificio.

capodanno 2021
Antonio Masiello/Getty Images

Anche i festeggiamenti per dire addio al 2020 e salutare l’arrivo del nuovo anno sono stati segnati dalla pandemia. In gran parte del mondo le persone hanno dovuto rinunciare alle tradizionali feste in piazza, restando nella propria abitazione per rispettare le restrizioni in vigore per il contenimento dei contagi.

Ti potrebbe interessare anche -> L’Italia torna in zona rossa per il Capodanno: ecco cosa si può fare

Il Capodanno 2021 nel mondo

La prima città del mondo a festeggiare l’anno nuovo è stata Auckland: la Nuova Zelanda è stata tra i pochi Paesi a potersi concedere il lusso dei festeggiamenti, perché al di fuori dell’emergenza coronavirus.

Dopo Auckland è arrivato il turno della vicina Australia, che però ha messo in pratica le misure restrittive anti Covid: il celebre spettacolo pirotecnico del porto di Sydney è rimasto senza la classica folla.

A Pechino, in Cina, si è svolto il conto alla rovescia con poche persone in piazza, mentre nel resto del Paese le celebrazioni hanno mantenuto un basso profilo, eccezion fatta per Wuhan, epicentro del virus, le cui immagini hanno fatto il giro del mondo: migliaia di persone si sono riversate sulle strade senza limiti o divieti, a parte la raccomandazione della mascherina.

In Giappone non c’è stato il tradizionale saluto dell’imperatore e a Tokio non si sono svolti i noti raduni, come la famosa festa Shibuya Scramble Crossing. A Pyongyang, in Corea del Nord, una folla dotata di mascherina si è invece riunita nella piazza centrale per un concerto e lo spettacolo dei fuochi artificiali.

A New York, negli Stati Uniti, per la prima volta dopo decenni Times Square è rimasta chiusa al pubblico. Tuttavia si è tenuto un concerto e non è mancato il tradizionale rito della discesa della sfera di cristallo che scandisce il countdown verso la mezzanotte.

Ti potrebbe interessare anche -> Mattarella, discorso di fine anno: “Segnali importanti, che incoraggiano una speranza concreta”

Anche in Europa i festeggiamenti sono stati segnati dalle misure anti Covid, con il coprifuoco notturno. A Parigi gli Champs Elysees sono rimasti deserti, a Berlino si è tenuto un concerto senza pubblico davanti alla porta di Brandeburgo e Londra, Madrid e Atene hanno festeggiato con uno spettacolo pirotecnico senza folla, come accaduto anche a Roma.