Separazione tra Roberto Benigni e Nicoletta Braschi: i motivi della scelta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:54
0
2357

Un nuovo orizzonte si palesa per il 2021 nella storica coppia da Oscar formata da Roberto Benigni e Nicoletta Braschi, arriva la separazione, consensuale, a livello commerciale: i motivi

Separazione Roberto Benigni Nicoletta Braschi

Roberto Benigni e Nicoletta Braschi, rispettivamente 68 e 60 anni, si stanno separando. Ma niente paura. La vita amorosa della coppia che lo scorso 26 dicembre ha festeggiato i 29 anni di matrimonio è più unita che mai. La separazione è solo commerciale.

Un nuovo soggetto commerciale

E’ di questi giorni la notizia che i protagonisti de “La Vita è Bella” vincitore nel 1999 dell’Oscar come miglior film straniero stanno dando vita ad una nuova avventura commerciale. O meglio è Nicoletta Braschi, socia al 50% della casa di produzione cinematografica Melampo e della Tentacoli Edizioni Musicali di cui è anche Amministratore Unico, ad aver aperto una nuova società. Si tratta della Opera8 srl, capitale sociale di 20.000 euro, interamente versato, sulla Banca Passadore di Piazza di Monte Citorio a Roma.

Nicoletta Braschi apre Opera8 srl

L’atto ufficiale di nascita della nuova società è datato 15 dicembre 2020 ed è stato redatto nell’ufficio di Via Nizza 22, sempre a Roma, dal notaio Giorgio Perrotta. La Signora Benigni ha scelto come compagno in questo nuova avventura Costantino Ignazio La Torre che gestirà la parte burocratica dell’azienda.

—>>> Ti potrebbe interessare anche La vita è bella, chi è e cosa fa oggi il piccolo Giosuè

Separazione tra Roberto Benigni e Nicoletta Braschi: i motivi

La Opera8 srl secondo quanto raccolto da fonti autorevoli e qualificate dalla Redazione di Cronaka 12 si occuperà principalmente del cosiddetto product placement, la pubblicità indiretta. Si tratta di quel particolare tipo di pubblicità che compare negli spazi non direttamente pubblicitari come può essere una marca di vino o uno specifico prodotto all’interno del film. Un’attività collaterale e separata rispetto a quella principale della casa di produzione e delle edizioni musicali. Una sorta di piccola cassetta di sicurezza da dove fare emergere fondi extra per l’impresa principale.