Il Meteo del 5 gennaio, neve e pioggia sull’Italia: allerta in dieci regioni

0
663

Piogge, temporali, neve fino ai 200 metri, temperature in discesa e allerta meteo su Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania e Basilicata: queste le principali previsioni per l’Italia di questo martedì 5 gennaio 2021. 

Meteo Italia 5 gennaio

Il Bollettino della Protezione Civile

Secondo i dati presenti nel bollettino ufficiale del Dipartimento Nazionale per la Protezione Civile, emesso nella serata di ieri, 4 gennaio, e valido fino alla mezzanotte di oggi, 5 gennaio, è attivo un avviso di meteo avverso su Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Lazio con nevicate fino ai 200 metri e un’allerta di livello giallo per rischio idrogeologico su Toscana, Umbria, Abruzzo, Molise, Campania e Basilicata. Il resto della cartina dell’Italia è verde e pertanto in quei settori non si segnalano allerta.

Il Servizio dell’Aeronautica Militare

Con i dati presenti nel bollettino ufficiale del servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare vediamo nel dettaglio i singoli quadranti dell’Italia

Nord Italia: – Avviso di meteo avverso per Piemonte, Lombardia ed Emilia Romagna con quota neve a 200 metri. Precipitazioni diffuse anche a carattere di rovescio sul resto del territorio.

Centro Italia e Sardegna: – Avviso di meteo avverso per il Lazio con quota neve a 500 metri. Ansia per la piena del Fiume Tevere. Allerta meteo di livello giallo per Toscana, Umbria e Abruzzo. Piogge e rovesci sul resto del territorio peninsulare. Cielo da sereno a poco nuvoloso sulla Sardegna.

Sud e Sicilia: – Allerta meteo di livello giallo per Molise, Campania e Basilicata. Moderato soleggiamento sul resto del quadrante meridionale con leggere velature sulla Sicilia.

—>>> Ti potrebbe interessare anche Roma, morti migliaia di uccelli a Capodanno: i motivi del disastro ecologico

Meteo Italia 5 gennaio: Temperature, Venti e Mari

Temperature: – Le minime sono generalmente stazionarie ad eccezione dei ribassi su Piemonte, Puglia e Basilicata. Leggero rialzo in Sardegna. Le massime sono in netta flessione su Alpi, Pianura Padana, Abruzzo, Molise e Puglia. Aumento su Calabria e Puglia. Stabili sul resto del territorio nazionale.

Venti: – Orientali sul Nord Italia. Moderati da Sud Ovest sul Centro e sul Sud Italia con rinforzi su Toscana e Lazio. Deboli meridionali su Umbria e Marche.

Mari: – Molto mossi il mare Adriatico, il mare del Canale di Sardegna, il mar Tirreno, il mare dello Stretto di Sicilia e il mare Ionio. Mossi i restanti mari. Moto ondoso in progressiva attenuazione da metà pomeriggio.