Juventus-Sassuolo, dove vederla. Pirlo-DeZerbi colleghi, amici e rivali

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:25
0
128

Hanno studiato insieme da allenatori: incrocio tra destini diversi e paralleli

Juventus-Sassuolo, dove vederla

Juventus-Sassuolo, dove vederla

Juventus-Sassuolo, dove vederla – Quasi gemelli che uniti dal bel calcio dopo il corso da allenatori si sono trovati presto sulla panchina, per Pirlo quella scottante della Juventus. Con De Zerbi l’ex stella del centrocampo di Milan, Juventus e Nazionale ha condiviso la terra di orgiine, Brescia e l’anno di nascita, ma la carriera da tecnici per entrambi è ancora tutta da scrivere. Una sfida che giunge finalmente e ufficialmente dopo un’amicizia che si espressa anche sulla condivisione delle idee di gioco, non solo per quanto fatto sui campi da calcio. Ora i due allenatori potranno confrontarsi direttamente sul campo, alla prova dei fatti, in un Juventus-Sassuolo che chiederà a entrambi il massimo impegno (diretta tv dalle 20:45 su Sky Sport, canale 201, 202 e 251. Arbitrerà Davide Massa). I bianconeri sono in piena corsa per riacciuffare la parte alta della classifica, mentre i neroverdi fino a questo momento in stagione non hanno affatto demeritato, collocandosi a 29 punti, uno in meno dei campioni d’Italia, ma accostandosi per gioco ed entusiasmo all’Atalanta di Gian Piero Gasperini, che tanto ha incantato nelle ultime stagioni e continua a farlo anche quest’anno. Gli emiliani hanno perso un po’ di brillantezza nelle ultime partite e Berardi si è infortunato nell’ultimo impegno in Serie A, ma restano determinati a fare bene contro una squadra tanto blasonata. Chissà se Pirlo si rammaricherà vedendo giocare il Locatelli che fra i suoi non ha, di certo l’allenatore della Juve non può permettersi distrazione da parte dei suoi. Kulusevski e Chiesa sono avvertiti: «Se questa sera non vinciamo, il successo contro il Milan capolista sarà stato completamente inutile».

Così in campo

In un palcoscenico importante come l’Allianz Stadium, De Zerbi ha in squadra giocatori in grado di dare fastidio alla retroguardia bianconera, in piena emergenza a causa delle assenze. Tra i neroverdi c’è Djuricic, c’è Boga, un Caputo affamato di gol dopo la lunga assenza. Con la positività al Covid-19 di Matthijs De Ligt, Danilo e Bonucci saranno costretti agli straordinari giocando la terza partita in sette giorni, perché sempre per il virus mancheranno anche Alex Sandro e Cuadrado. Di fatto oltre ai due titolarissimi saranno in ballottaggio Demiral e Chiellini, con il primo che freme per giocare, mentre il secondo ha ancora bisogno di ristabilirsi completamente, anche in vista di una sfida importante come quella contro l’Inter la prossima settimana. In difesa la Juventus potrebbe quindi patire i dribblatori emiliani, ma De Zerbi sa che per suo conto, nonostante in attacco la sua squadra faccia sempre molto bene, la difesa sarà chiamata a uno sforzo fuori dell’ordinario. I bianconeri saranno ancora orfani di Morata, ma Ronaldo e Dybala sono clienti molto scomodi da marcare per Chiriches e Ferrari, che avranno bisogno del massimo supporto nella difesa a quattro dei terzini Toljan e Rogerio. Occhio a Chiesa, che dopo la doppietta contro il Milan sta vivendo un momento eccezionale. Rispetto a Bentancur, probabile questa volta dal primo minuto scenderà in campo McKennie, in coppia con Rabiot in mediana. Sulla fascia sinistra, o anche come trequartista, giocherà invece nuovamente Ramsey. Attesi da un appuntamento importante anche i portieri Szczesny e Consigli, chiamati probabilmente agli straordinari da squadre che non rinunciano mai alla manovra offensiva e che in porta arrivano al tiro molto spesso. De Zerbi dovrà difendere bene la profondità che spesso cercano i bianconeri, fermando gli assalti di Ronaldo, ma senza sottovalutare la classe di Dybala, che partita dopo partita sta ritrovando la condizione, e le accelerazioni di Chiesa, che riesce a concludere molto facilmente, sia di destro sia con il mancino. Sacrificio in difesa, quando non sono soliti farlo con troppa costanza, per tutti i centrocampisti del Sassuolo, dagli esterni offensivi ai mediani Locatelli e Bourabia, che in fase di possesso non potranno permettersi distrazioni. Gran parte della partita sarà decisa dalla loro prestazione.

 

Potrebbe interessarti anche -> Milan-Torino 2-0: i rossoneri ripartono

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter