Memo Remigi, il dramma del cantante: morta la moglie Lucia Russo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:30
0
174

Lutto per Memo Remigi, il dramma del cantante: morta la moglie Lucia Russo, il ricordo e la dedica del brano più amato.

(Facebook)

Il cantautore milanese Memo Remigi, autore di un successo senza tempo come ‘Innamorati a Milano’, in queste ore sta vivendo un dramma. L’artista, che è stato rilanciato anche dalla sua partecipazione a Propaganda Live, trasmissione amatissima in onda su La7, e dal ruolo ottenuto in Se mi vuoi bene, film del 2019 di Fausto Brizzi, ha perso la sua amata moglie, Lucia Russo. La donna, 81 anni, da molto tempo lottava contro una grave malattia.

Leggi anche –> Memo Remigi: gli amori della sua vita, da Barbara D’Urso a Lucia Russo

Le parole di Memo Remigi per la moglie Lucia Russo

Lo stesso cantante ha spiegato su Facebook che la moglie da tempo era malata, ringraziando tutti per l’affetto dimostrato in queste ore. “Non è stata una dipartita improvvisa ma sofferta già da tempo” – sono state le parole di Memo Remigi oggi sui social – “Lei ha raggiunto un magnifico posto per una lunga e meritata vacanza e, se non dovesse ritornare presto, vorrà dire che prima o poi la raggiungerò anch’io, in quanto, per adesso, ho ancora molte cosa da fare”.

Forte soprattutto negli ultimi anni è stata la vicinanza tra il cantautore e la moglie: “Una donna così non può essere un peso, mai. Oltre ad essere una donna bella e simpatica, è anche molto intelligente”, ha infatti detto ai microfoni della trasmissione di Raiuno, ‘Io e te’, condotta da Pierluigi Diaco. Quindi aveva ricordato: “Sto benissimo con lei perchè è una donna meravigliosa. Stiamo insieme dal 1966, abbiamo un figlio che ha cinquant’anni e quattro nipoti”.

Alla donna scomparsa in queste ore è dedicato proprio il brano ‘Innamorati a Milano’, che Memo Remigi al quotidiano ‘Libero’ aveva descritto così: “Ci conosciamo da quando abbiamo 21 anni, io sto a Como e lei a Milano. Tutti i giorni vado a trovarla in treno e la grande città mi mette paura, ma allo stesso tempo mi incuriosisce. Tutti hanno fretta, c’è caos. Così nasce l’ idea di raccontare questo nostro amore sotto il Duomo”.