Valentina Fico, l’ex moglie di Giuseppe Conte: “Ecco cosa penso”

0
2159

Valentina Fico, ex moglie del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, ha commentato al Corriere della Sera l’attuale crisi del governo, schierandosi dalla parte del premier.

valentina fico, ex moglie di giuseppe conte
(Facebook)

In un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, l’ex moglie di Giuseppe Conte, Valentina Fico, ha rivelato il suo pensiero in merito alle ultime novità sulla crisi di governo aperta da Matteo Renzi. La donna fa parte dell’Avvocatura di Stato e lavora nella sezione che si occupa di Istruzione, Ricerca e Infrastrutture. Lei e il premier hanno un figlio di 14 anni, Niccolò, e sarebbero ancora in buoni rapporti.

Fico ha spiegato che l’attuale leader di Italia Viva all’inizio della sua carriera politica le piaceva, ma adesso l’opinione nei suoi riguardi sembra essere cambiata. “Non apprezzo le persone troppo spregiudicate e le espressioni eccessive di cinismo e di inaffidabilità, neanche in politica, dove pure in un certo grado sono fisiologiche”, ha sottolineato l’ex moglie di Conte, che ha anche confessato di aver già incoraggiato il premier in privato.

Ti potrebbe interessare anche -> Crisi di governo: i numeri di Conte al Senato

Il pensiero dell’ex moglie di Conte sul futuro del governo

Valentina Fico si è schierata a favore del suo ex marito. Dall’intervista emerge infatti un apprezzamento al discorso che il Presidente del Consiglio ha tenuto alla Camera dopo lo strappo di Renzi nella maggioranza al governo. La donna ha spiegato di approvare “il richiamo alla coesione e alla responsabilità, l’umiltà nell’ammettere che non tutto è stato perfetto e nel chiedere aiuto a tutto il Parlamento per superare la crisi”.

Ti potrebbe interessare anche -> Crisi di governo, Matteo Renzi: “Mi sto mangiando le mani…”

Fico ha raccontato di sperare che Conte riesca a raggiungere la fiducia anche al Senato: “Probabilmente non ci sarà una maggioranza assoluta, ma non serve per la fiducia. Poi si vedrà”. Secondo l’ex moglie del presidente del Consiglio, l’Italia, vista la situazione delicata generata dall’emergenza sanitaria ed economica, non può permettersi una crisi al buio.