30.000 morti in più in Italia nel 2020: non si tratta di Covid-19

0
985

Secondo i dati Istat, in Italia, nel 2020 sono morte 85.624 persone. Ma “solamente” 55.576 di Covid-19. Per gli altri 30.048 cosa è successo?

Foto da Youtube

Alla fine di dicembre, l’Istat, ha emanato i dati relativi alle mortalità del 2020. Tra marzo e novembre, mesi in cui la pandemia si è sviluppata, il numero dei decessi ammonta a 85.624. Tuttavia, i decessi attribuiti al Covid-19 sono “solamente” 55.576, quindi ci sarebbero almeno trentamila decessi che non sono per colpa del coronavirus.

L’insinuazione del Corriere della Sera

Il Corriere della Sera insinua: “Anche questi trentamila sono vittime del Covid-19? O i sistemi sanitari, travolti dalla pandemia, hanno smesso di curare tumori o patologie cardiache?”. A queste domande nessuno risponde ma il quotidiano continua e “scompone” il numero dei decessi su base territoriale. Per prima cosa si evince che la mortalità nel 2020 è aumentata del 19% rispetto all’anno precedente. Però ci sono province in cui il numero dei decessi è rimasto inalterato (Cagliari, Caltanissetta, Rieti) o il numero è lievemente aumentato (Agrigento, Messina, Reggio Calabria, Vibo Valentia, Matera, Chieti, Salerno, Benevento, Viterbo, Siena). Ci sono anche, sfortunatamente, province in cui il numero dei decessi è quasi raddoppiato: + 86% a Bergamo, + 76% a Cremona, +62% a Lodi, + 57% a Brescia, + 41% a Milano (quasi 10.000 decessi in più degli anni recenti).

Ti potrebbe interessare anche->Roma-Spezia, i giallorossi effettuano sei cambi: violazione del regolamento

I morti per Covid-19 su base regionale: un modo per vederci chiaro

Tutte le regioni dispongo dei dati ufficiali dei decessi per Covid-19 ed è un indizio prezioso. Da questi dati si capirebbe l’efficienza dei sistemi sanitari delle regioni. Più alta è la quota di decessi a causa del Covid-19 sul totale dei morti in eccesso, più è chiaro che una regione è riuscita a mantenere le cure anche per le altre malattie e diagnosticare gran parte dei contagiati dal virus: non ci sono altri morti in più che restano non spiegati. Al contrario, una percentuale bassa di casi di Covid-19 sul totale dei decessi in eccesso, significherebbe che molti morti a causa del virus non avrebbero ricevuto il tampone oppure che le persone con altre patologie non sarebbero state curate come prima.

Ti potrebbe interessare anche->Senato, caos sul voto di Lello Ciampolillo: chi è e perché parlano tutti di lui