Udinese-Atalanta, dove vederla. Una vittoria per il rilancio

0
196

Caccia ai tre punti nel recupero della decima giornata . I friulani dopo la doppia sconfitta con Napoli e Samp. L’Atalanta dopo l’opaco pareggio con il Genoa

 Udinese-Atalanta, dove vederla

Udinese-Atalanta, dove vederla

Udinese-Atalanta, dove vederla – Come in quel 6 dicembre via, partiti alla volta di Udine. Gian Piero Gasperini e i suoi ragazzi a causa del diluvio e del rinvio della partita con l’Udinese in quell’occasione avevano potuto riposare prima di una delicata sfida contro l’Ajax ai fini della qualificazione alla fase a scontri diretti in Champions League. Ora i bergamaschi puntano al terzo posto in solitaria a 35 punti, da raggiungere con il bottino pieno da raccogliere contro la squadra di Gotti (diretta tv dalle 15 su Dazn 1 o canale 209 di Sky per gli abbonati all’offerta). Le premesse ci sono tutte, perché i friulani in campionato non vincono da sette partite, mentre la Dea non perde da otto gare. Il tecnico dei nerazzurri però non si fida, perché dopo il pareggio con il Genoa la squadra deve assolutamente tornare a vincere «per non perdere il contatto con le prime della classe». Dalla sua parte Luca Gotti ha convocato tutti, proprio tutti, anche gli infortunati, per fare gruppo e consolidare lo spogliatoio dopo le amare sconfitte con Napoli e Sampdoria. I friulani sono infatti tornati dopo questi risultati negativi a soli tre punti dalla zona retrocessione, ma grazie al recupero di oggi hanno la possibilità di rimediare. «Mi aspetto un atteggiamento più offensivo da parte loro, rispetto al Genoa, e anche tanta voglia di riscatto. Non possiamo abbassare la guardia», ha confidato Gasperini. Con il recupero della decima giornata entrambe le squadre hanno quindi l’occasione di migliorare la classifica sulla maggior parte delle avversarie che quel turno lo avevano già giocato a inizio dicembre.

Così in campo

Non ci sono particolari variazioni nelle formazioni rispetto al passato weekend, perché se nell’Udinese le scelte di Gotti sono di fatto obbligate, per via delle assenze, Gasperini vuole continuare a puntare sui suoi uomini più in forma per vincere. I due moduli sono quasi speculari, solo che mentre nei padroni di casa ci sarà Lasagna unica punta, supportato alle sue spalle da Pereyra, nell’Atalanta il tuttofare sarà lo sloveno Ilicic che spazierà intorno all’area di rigore avversaria mentre Zapata andrà a prendersi le marcature in mezzo. La difesa a tre dei bianconeri per la porta di casa difesa da Musso sarà di nuovo formata dal terzetto Becao-Samir-Bonifazi, mentre D Maio siederà in panchina come prima alternativa disponibile. De Paul, in ottima condizione, e il rientrato Mandragora saranno le mezzali per fronteggiare i titolarissimi De Roon e Freuler. Sulle fasce straordinari richiesti a Stryger Larsen e Zeegelaar per fermare la corsa di Gosens e Hateboer. Si rivede Romero dal primo minuto, accanto a Toloi e Djimsiti per difendere i pali di Gollini, mentre Pessina sarà nuovamente schierato come trequartista, sempre più nel ruolo che una volta apparteneva in maniera indiscussa al Papu Gomez. Sul fronte del calciomercato per l’argentino nessuna novità, mentre Gasperini spera che Miranchuk e Malinovskyi possano fare il salto di qualità tattico per potersi candidare come vice-Ilicic, senza che la Dea debba fare alcun ritocco alla rosa nel mercato di riparazione.

 

Potrebbe interessarti anche -> Roma-Spezia, i giallorossi violano il regolamento con sei cambi

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter