Roma-Spezia 4-3, Pellegrini nel finale: Tabellino e Highlights

0
192

Il capitano salva i giallorossi dal pareggio. Flop della difesa in due gol dei liguri

Roma-Spezia: Tabellino e Highlights

Roma-Spezia 4-3, Cronaca, Tabellino ed Highlights

Roma-Spezia: Tabellino e Highlights – Dopo una vigilia incandescente per lo spogliatoio, la Roma di Paulo Fonseca scende in campo in casa contro lo Spezia che ha battuto ed eliminato i giallorossi dalla Coppa Italia in settimana. Il tecnico giallorosso dopo la sconfitta con la Lazio nel derby, quella con i liguri e i litigi con buon parte dello spogliatoio, su tutto l’attaccante bosniaco e capitano Edin Dzeko, ha di fatto l’ultima occasione per poter salvare il proprio posto in panchina. Ai padroni di casa mancano giocatori significativi come Mkhitaryan e Pedro, infortunati, oltre allo stesso centravanti relegato in tribuna. La partita con una squadra che punta comunque alla salvezza è quindi più incerta di quel che dovrebbe essere, mentre l’undici di Vincenzo Italiano ha assolutamente bisogno di fare punti e proverà a fare il colpo contro una formazione che sta vivendo momenti turbolenti. Il 4-3-3 dei liguri, che comunque saranno orfani dell’infortunato Nzola, proverà a mettere difficoltà i giallorossi, schierati con il solito 3-4-2-1, con Borja Mayoral in avanti, supportato da Pellegrini e Perez. La partita è viva sin dal primo minuto, perché Spinazzola dalla fascia sinistra in percussione riesce a saltare molto bene tre difensori avversari, ma perde poi il pallone in area senza riuscire ad andare al tiro. Pellegrini e Mayoral riescono nel corso del primo tempo a sorprendere la retroguardia avversaria, soprattutto con diversi lanci lunghi, ma hanno anche sprecato diverse occasioni preziose. Il gol del vantaggio arriva comunque al 17′, con lo stesso attaccante spagnolo, che ricevendo un assist dalla sinistra dal trequartista romano, deposita con facilità il pallone in porta alle spalle di Provedel. Ben più vivace Pellegrini di quanto non abbia fatto Perez. Una clamorosa svista difensiva, con un pasticcio tra Kumbulla e Smalling, prima di un intervento goffo di Pau Lopez, regala però a Piccoli il pallone del pareggio, con l’attaccante dei liguri che tocca il pallone in gol senza particolare fatica. Lo stesso autore del gol dello Spezia ha però un risentimento al bicipite femorale. Prova a continuare a giocare e rimanere in campo, ma dopo qualche minuto sarà inevitabile la sostituzione con Galabinov, che comunque non è al meglio della condizione fisica. I bianconeri non riescono a creare altre occasioni da gol utili per completare la rimonta, ma tendono a subire più facilmente la reazione dei giallorossi. Prima Pellegrini dopo aver resistito a un paio di contrasti prova a tirare a giro sul secondo palo, ma la palla termina di molto a lato, poi Mayoral ha un paio di altre occasioni, ma meno limpide per centrare il 2-1. Le squadre tornano così negli spogliatoi con il risultato fermo in parità.

La ripresa

Per il secondo tempo non ci sono cambi nell’immediato, con la ripresa che sembra un copione della prima frazione di gioco. Dopo un paio di tentativi dello Spezia, è però la Roma ad andare nuovamente in vantaggio, ancora con Borja Mayoral, che realizza così una doppietta. Percussione centrale di Veretout, che appoggia il pallone all’attaccante spagnolo, abile nell’incrociare al tiro, saltando i difensori centrali liguri, con Provedel preso contro tempo. Forte dell’entusiasmo ritrovato, i giallorossi nell’arco di tre minuti mettono a segno anche il terzo gol, con un cross di Spinazzola che attraversa l’area di rigore avversaria e pesca Karsdorp sul palo opposto. Calciando al volo l’olandese non sbaglia e mette così nei guai lo Spezia, che è ora costretto a rimontare due reti. I bianconeri però non si arrendono facilmente, perché con una percussione centrale dopo cinque minuti, al 59′, è Farias con un tiro incrociato ad accorciare le distanze, per il 3-2 parziale e mezz’ora ancora da giocare. In questa fase di gioco non mancano le occasioni da entrambe le parti, con le squadre che si allungano e il ritmo di gioco che si alza. Un’ottima azione di Veretout non trova appoggio da parte di Pellegrini a sinistra, che manca malamente un assist del francese, che lo avrebbe messo da solo davanti alla porta. Poi Mayoral calcia malamente da buona posizione dentro l’area di rigore ligure, sfiorando la tripletta. Lo Spezia non abbassa però il baricentro e prova sempre a ripartire, pur non potendo eguagliare tecnicamente la squadra di Fonseca. Farias ha una chance per il pareggio e la doppietta personale su calcio d’angolo, tirando dal secondo palo, ma la conclusione termina malamente alta senza impensierire Pau Lopez. Ben più pericolosa la conclusione defilata di Veretout, ma la palla attraversa tutta la linea della porta di Provedel senza oltrepassarla. Tiro simile da parte di Perez due minuti dopo, ma senza trovare lo specchio. Le opportunità quindi sono tante, ma la gara rimane in bilico. Doppio cambio quindi per lo Spezia, per tentare il tutto per tutto con anche i subentranti Verde ed Erlic in campo. Le scelte di Italiano pagano, perché al 90′ è proprio Verde a mettere a segno il pareggio per lo Spezia, ma di portata notevole è l’errore di Smalling, che liscia clamorosamente il pallone da ultimo uomo. Errori che la Roma non può permettersi in difesa se vuole ambire alla zona Champions, ma per fortuna dei giallorossi è il capitano Pellegrini a segnare il quarto e decisivo gol che vale la vittoria, praticamente nel recupero quasi a tempo scaduto. Sono tre punti preziosissimi, ma le sviste per la squadra di casa sono evidenti, con due gol su tre dei liguri che sono di fatto regali da parte della squadra di Fonseca.

 

Potrebbe interessarti anche -> Udinese-Atalanta 1-1: Muriel risponde a Pereyra

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter

 

Roma-Spezia: Tabellino e Highlights

Reti: Mayoral 17′, Piccoli 24′, Mayoral 52′, Karsdorp 55′, Farias 59′, Verde 90′, Pellegrini 92′

Roma (3-4-2-1): Pau Lopez, Ibanez, Smalling, Kumbulla, Spinazzola, Villar (Cristante 67′), Veretout, Karsdorp (Peres 81′), Perez (Diawara 89′), Pellegrini, Mayoral.
Allenatore: Paulo Fonseca

Spezia (4-3-3): Provedel, Marchizza, Chabot (Erlic 81′), Terzi, Dell’Orco (Bastoni 58′), Maggiore (Acampora 58′), Agoume, Estevez, Farias, Gyasi (Verde 80′), Piccoli (Galabinov 30′).
Allenatore: Vincenzo Italiano

Arbitro: Luca Pairetto

Ammoniti: Chabot, Peres, Mayoral, Pellegrini

Espulsi:

Highlights QUI