Mirko Santini: il gigante buono ucciso dalla sua malattia a 40 anni

0
605

Mirko Santini: ucciso dalla sua malattia a 40 anni

Mirko Santini, padre, tifoso e gigante buono
Mirko Santini, padre, tifoso e gigante buono

L’uomo era originario di Monticelli, lavorava presso Maflow, ha lasciato la moglie e i due figli, tutto lo ricordano come il gigante buono sempre sorridente.

Mirko aveva lottato con tutte le sue forze per restare in vita, aveva fronteggiato tutto il periodo della sua malattia, sopravvivendo nonostante le previsioni dei medici. La sua battaglia è terminata ieri poco dopo le 12 di mattina.

L’uomo si è spento a causa della malattia che aveva colpito la sua serenità circa un anno fa. Una patologia aggressiva, affrontata con tutta la forza di questo mondo, e sorretto da sua moglie Denise Cappelli e i suoi due figli.

Proprio con la sua famiglia aveva festeggiato i suoi 40 anni l’estate scorsa. Mirko aveva provato delle cure, ma non voleva rinunciare a quell’evento per nulla al mondo. Una volta riunito alla sua famiglia, l’uomo ha perso il peso della sofferenza per una sera, cercando di accogliere tutto il calore familiare che lo circondava.

Mirko Santini e la sua battaglia contro la malattia

L’uomo era originario di Monticelli, ha lavorato da sempre presso Maflow, ed era un tifoso sfegatato dell’Ascoli. La passione per il Picchio aveva ha portati i figli a giocare nelle fila bianconere.

L’uomo era stimato da tutti, la sua influenza e il suo carattere buono e disponibile lo hanno reso sempre una persona indispensabile per amici e familiari. Molte persone hanno mostrato il loro affetto sui social, cercando di ricordare la vita e le buone azioni che faceva ogni giorno.

>>>>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Christian Del Vecchio, chi è davvero il “santone” di Ascoli

La moglie e i due figli, potranno essere orgogliosi di aver avuto al loro fianco un uomo così stimato in tutta Ascoli, e che soprattutto ha lottato con tutte le sue forze, pur di rimanere al fianco della sua famiglia.

I messaggi di cordoglio di amici e conoscenti hanno inondato la sua bacheca Facebook: “Gigante buono, sempre disponibile, sorridente, ricco di valori veri di padre e marito”, “Una cosa mi ha lasciato sconvolto, ho allenato i suoi figli Leo e Samuel, mi dispiace tantissimo”. I funerali si terranno nella chiesa di Ss. Simone e Giuda alle ore 10:30.

A causa delle disposizioni Covid-19 del nuovo dpcm per il contenimento del virus, si raccomando l’utilizzo della mascherina, e tutte le disposizioni disposte dal parroco.