Incarico a Draghi? Le reazioni della stampa estera

0
498

Dopo il fallimento delle trattative al tavolo di governo e l’annuncio di Mattarella, con un tono quasi drammatico, la stampa estera commenta la convocazione di Mario Draghi al Quirinale da parte del Capo dello Stato.

La convocazione dell’ex presidente della Bce da parte di Mattarella è arrivata come un fulmine anche all’estero. La stampa internazionale ha dedicato, senza troppo pensarci, ampi spazi alla “crisi di governo”. Il Capo dello Stato proverà a conferire a Draghi l’incarico per la formazione di un “governo di unità nazionale“, invito che il presidente ha riposto a tutte le forze parlamentari.

Se l’ex presidente della Bce riuscisse a trovare una maggioranza assoluta si ritroverebbe a formare il governo affrontando un contesto di forte crisi economica e di lotta alla pandemia da Covid-19. 

I commenti della stampa estera

Esordisce così il New York Times sulla convocazione di Mario Draghi al Quirinale “L’Italia si rivolge a Mario Draghi, per la gioia degli europeisti“. Sulla stessa scia si posiziona Reuters che titola così “Il presidente chiede a Draghi di salvare il Paese dalla crisi”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>  Previsioni meteo per l’Italia del 3 febbraio, anticipo di Primavera

Il Financial Time però avverte “maggioranza non scontata” riponendo fiducia nell’ex presidente della Bce perché rappresenta “una delle personalità italiane più rispettate” per come gestì la crisi del debito dell’eurozona nel 2012. Su quest’ultimo punto si è soffermato anche il quotidiano francese le Monde evidenziando i meriti a Draghi per “aver salvato la zona euro”. Sul proprio sito il Guardian si spinge persino a definire Mario Draghi “Super Mario”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Governo Draghi, Movimento 5 Stelle contrario: No a Monti bis

Il tabloid tedesco Bild ha deciso invece di lanciare un vero e proprio appello all’ex presidente della Bce “Draghi salva l’Italia”, con un po’ di ironia e pungente sarcasmo, vista anche la prima pagina che il quotidiano gli aveva riservato nel 2012.

Rifacendo un salto negli Stati Uniti il Wall Street Journal scrive che “tutta l’Europa è interessata alle sorti economiche dell’Italia, alla luce del traballante debito nazionale e dei sentimenti contrastanti del suo elettorato”. Rispecchiando in questo senso il pensiero dell’Ue sulle sorti dell’Italia in un momento cruciale. Infatti, l’arrivo dei fondi europei in Italia, del piano straordinario Next generation Ue , dipendono in larga misura da un piano di riforme che al momento è rimasto ancorato, tra rinvii e crisi di governo. Il tempo scorre e la necessità di mettere a punto le riforme diventa sempre più imminente per agguantare una manovra economica di primo piano che avrebbe un impatto importante anche sulle questioni sociali.