Anna il nuovo film di Luc Besson è disponibile su Amazon Video  

0
242

Anna il nuovo film di Luc Besson è disponibile su Amazon Video

Anna, Luc Besson ritorna con l'action e lo fa con grande stile
Anna, Luc Besson ritorna con l’action e lo fa con grande stile

Dal 4 Febbraio è disponibile il nuovo film di Luc Besson su Amazon Video, Anna, tramite questo film Luc Besson ritorna nella sua comfort zone. Un film totalmente action, dove c’è come protagonista un’eroina che dovrà districarsi tra doppi giochi e spionaggio.

Un film del 2019, oggi possiamo vederlo in streaming sulla piattaforma Amazon Video, il regista ci pone dinanzi un film dove l’azione fa da padrona e i colpi di scena sono all’ordine dell’imprevedibile.

Tramite il suo film più celebre Nikita, il regista ci aveva meravigliato, ma con Lucy è riuscito ad aggiungerci la fantascienza, con Anna invece aggiunge un tono da spy story.

La protagonista si trova in gioco di spionaggio tra KGB e CIA, con luci e ombre studiate, Luc Besson riesce ad intrattenere senza cadere nell’inverosimile o nello scontato più beceri.

Amazon Video, Anna è alla ricerca della libertà

Anna Poliatova è una giovane ragazza russa che per colpa del destino, diventa un agente promettente del KGB. Viene addestrata come assassina sotto copertura del KGB, viene accolta da Alex interpretato da Luke Evans.

La ragazza mostra le sue doti innate da Killer, letale e capace di compiere gesti e acrobazie impossibili. Il patto è chiaro, cinque anni con questo lavoro, sotto l’ala protettrice della sua mentore Olga (Helen Mirren), poi le verrà data la desiderata libertà.

Al termine di una missione conclusasi con un omicidio, Anna diventa osservata speciale della CIA, tramite un agente Leonard Miller, interpretato dal “Peaky Blinder” Cillian Murphy.

Questa cosa le complica il lavoro di molto, facendo crescere nella donna dei dubbi e delle incertezze sulla sua vita e sul lavoro che sta svolgendo. Anna dovrà cercare la sua vera identità, quella più intima, nascosta e mai scoperta, anziché continuare ad impersonare finte donne per porre fine ai suoi lavori.

Ad un certo punto scoprirà che la libertà ha un prezzo da pagare.

L’azione è scandita in tempi precisi

Questa pellicola ha delle caratteristiche da spy movie, piuttosto che da azione frenetica, Anna riesce a tenervi incollati allo schermo per tutta la sua durata.

Il merito lo ha tutta la storia, ambientata in una linea temporale che gioca con lo spettatore, portandolo avanti e indietro nel tempo, riempiendo i buchi narrativi con giuste scene chiave.

Questo gioco viene ripetuto più volte, in modo da suscitare l’incredulità negli occhi dello spettatole. I salti temporali rischieranno di portarvi su strade totalmente diverse, lasciandovi intendere che ad ogni azione corrisponda una verità nascosta.

Porteranno lo spettatore ad aspettarsi un colpo di scena o un effetto sorpresa che di li a poco verrà razionalizzato, questa caratteristica alcune volte sembra non coinvolgere completamente lo spettatore.

I personaggi non sembreranno muoversi per via di un desiderio, o da un obiettivo, le cose semplicemente accadono perché sono scritturate in una certa maniera e devono narrare una storia senza sbocchi narrativi.

Manca un conflitto interiore trai personaggi e la stessa Anna, in questo modo Anna non riesce a costruire un rapporto con gli spettatori.

>>>>>>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Amazon Video di Febbraio , ecco le serie e film annunciati

Un cast stellare scelto per un film di nicchia e banale

L’interprete di Anna è Sasha Luss, l’attrice riesce ad avere un carisma tale da essere una diva d’altri tempi. Mentre per quanto riguarda il resto del cast, come Helen Mirren, sembra non prendersi sul serio e fare in modo che il suo personaggio Olga possa essere credibile.

Più presenti sembrano essere Luke Evans e Cillian Murphy, i due potrebbero donare tante sfumature al film, ma purtroppo sono stati penalizzati da una scrittura che definisce i loro ruoli, relegandoli in un ruolo ben definito senza possibilità di spaziare con l’interpretazione.

I due diventano delle comunissime pedine, di una storia che ha solo buoni e cattivi, Anna è occupata nel ricercare la sua comfort zone che quando decide di sorprendere il pubblico, non ci riesce.