Coppia scomparsa a Bolzano: recuperato il corpo di Laura Perselli

0
169

Il cadavere di Laura Perselli è stato trovato nell’Adige tra i paesi di San Floriano e Laghetti. Proseguono le ricerche per recuperare anche il corpo del marito.

coppia scomparsa a bolzano, trovato il corpo di laura perselli

Importante aggiornamento nel caso dei coniugi scomparsi a Bolzano lo scorso 4 gennaio. Il corpo di Laura Perselli è stato recuperato nel fiume Adige, dopo attente ricerche dei vigili del fuoco, a sud del capoluogo altoatesino tra i paesi di San Floriano e Laghetti. I carabinieri hanno subito recintato l’area del ritrovamento e bloccato gli accessi.

Fondamentale per il ritrovamento del cadavere è stato l’abbassamento del livello del fiume di circa trenta centimetri: la società idroelettrica Alperia per procedere con alcune manutenzioni programmate aveva ridotto il deflusso delle dighe di Glorenza, Naturno, Tel e Marlengo, Lana e Brunico.

Adesso nella zona in cui è stato recuperato il cadavere di Laura Perselli saranno intensificate le ricerche per trovare anche il corpo del marito, Peter Neumair. L’obiettivo dei vigili del fuoco è individuarlo questa sera prima del tramonto.

Ti potrebbe interessare anche -> Incidente sull’autostrada Torino-Bardonecchia a Rosta. Scontro tra auto e camion ribaltato

Il caso dei coniugi scomparsi a Bolzano

Laura Perselli e Peter Neumair erano spariti nel nulla lunedì 4 gennaio a Bolzano. Fin dai primi momenti il principale indiziato della loro scomparsa era stato il figlio 30enne Benno Neumair. Sentito inizialmente come testimone, nel suo racconto erano emerse alcune incongruenze, oltre a un buco di mezz’ora nel suo alibi: dalle 21.32 alle 21.57 della sera della sparizione dei suoi genitori, il suo telefonino era rimasto staccato.

Ti potrebbe interessare anche -> Ventenne perde la vita in un incidente stradale tra Molfetta e Ruvo

Circa una settimana fa si è costituito lui stesso alla Procura e da allora è rinchiuso nel carcere di Bolzano. L’accusa per il figlio della coppia è di duplice omicidio volontario e occultamento di cadavere. L’ipotesi degli inquirenti, confermata poi dal ritrovamento del cadavere di Laura Perselli, era che Benno Neumair avesse ucciso i genitori nell’appartamento adiacente al loro, per poi gettare i corpi nel fiume Adige.