L’immenso dolore di Mika: “Quel concerto era solo per Lei”, la confessione

0
662

Dopo qualche mese di assenza dagli organi di informazione Mika è tornato a parlare e lo ha fatto in una corposa e profonda intervista rilasciata al settimanale francese “Parisian”, al centro dei suoi ragionamenti la morte di Mamma Joannie Penniman, l’artista ne rivela la causa e le sensazioni vissute in questi mesi di assenza.

Causa Morte Mamma Mika

Dopo qualche mese di assenza dagli organi di informazione il cantante anglo libanese, ma ormai di fatto naturalizzato italiano, Mika è tornato a parlare e a raccontare le sue emozioni di artista poliglotta. Lo ha fatto con una corposa, interessante e soprattutto profonda intervista concessa al settimanale francese “Parisian”. Al centro del suo ragionamento il racconto della morte di Mamma Joannie, avvenuta lo scorso dicembre la causa che l’ha strappata alla Vita i dolorosi mesi della malattia.

—>>> Ti potrebbe interessare anche Mika, abusi e minacce: il dramma del cantante e giudice di X-Factor

La morte di Joannie Penniman la mamma di Mika

Partiamo proprio dalla fine dalla morte di Joannie Penniman: “Se ne è andata orgogliosa di quello che sono diventato” ha sottolineato nell’intervista raccontando che a fine 2019 alla signora Joannie era stato diagnosticato un tumore al cervello praticamente incurabile. Il decorso è stato duro e aggressivo ma a fine 2020 lo stesso Mika con un post Instagram aveva rassicurato i fans sulla lenta guarigione della signora.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MIKA (@mikainstagram)

Ma era un inganno, soprattutto per se stesso. A metà dicembre Mika ha registrato per France 5 un concerto di beneficienza fatto all’Opéra di Versailles. “Nel pubblico c’era tutta la mia famiglia anche Mamma sulla sedia a rotelle. Pochi giorni dopo è andata via”. “In un certo sensoha sottolineato Mikastavo facendo quel concerto solo per lei”.

Un concerto per il Libano

Per la cronaca l’esibizione è andata in onda lo scorso 5 febbraio e la vasta eco internazionale raccolta ha permesso a Mika di raccogliere una cifra consistente da destinare ai bambini di Beirut rimasti orfani dopo la tremenda esplosione dello scorso.