Mondiali Cortina, chi è Laura Pirovano: carriera e successi

0
101

Mondiali Cortina, chi è Laura Pirovano: carriera e successi

Laura Pirovano dopo aver letto il risultato della discesa libera
Laura Pirovano dopo aver letto il risultato della discesa libera

Laura Pirovano parteciperà ai Mondiali Cortina, nasce nel 1997 a Spiazzo, ha il suo esordio il 28 Febbraio del 2015 nella Coppa del Mondo sul supergigante di Lienz, lo chiude al terzo posto assoluto in graduatoria generale di Coppa Europa, nello slalom gigante arriva al quinto posto.

Nel 2017 vince nel supergigante in Svezia diventando la nuova campionessa dello sci gigante. Riesce a strappare anche la medaglia d’oro nei campionati italiani di sci.

L’infortunio a Gennaio 2018 la costringe a interrompere la stagione quasi all’inizio, tornerà a sciare e a strappare sorrisi quando arriva all’undicesimo posto della discesa libera in Coppa del Mondo a Bansko nella stagione 2020, mentre riesce a raggiungere il quinto posto nella discesa libera di St.Anton nel 2020.

Gareggia per il gruppo sportivo Fiamme Gialle, ormai è l’orgoglio della squadra.

>>>>>>>>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Mondiali Cortina, chi è Nadia Delago: carriera e successi

Mondiali Cortina, Laura Pirovano la gioia inaspettata della sua carriera

Il podio sfiorato a Sankt Anton è stato il suo miglior risultato in carriera, una ragazza di 23 anni che fa la finanziera riesce a conquistare podi su podi, ma viene fermata dall’infortunio del 2018 sempre a Cortina.

Queste sono le sue parole dopo aver partecipato ai Mondiali di Bansko: “Chiuso un periodo difficile? Avevo già incominciato a finirlo io lo scorso anno. Ci speravo in un risultato del genere, ci ho sempre creduto, ad essere sincera non mi aspettavo un risultato così in discesa.

Non voglio che cambi nulla, sono contenta del mio risultato, non mi butterò solo sulla discesa. La mia specialità è il gigante, ma purtroppo i risultati non sono dalla mia parte…”.

Dopo aver tagliato il traguardo e aver capito la sua posizione con una sola cifra, la ragazza si è buttata a terra con le mani dinanzi alla faccia e sorridendo per la felicità: “Non lo saprei descrivere, in quei momenti non riesci neppure a pensare, ero incredula e felice. L’abbraccio con Marta che fa sempre il tifo per me è stata carinissima, è stata davvero brava.

Devo continuare a migliorarmi, siamo un gruppo forte e vario, poi Marta, Sofi e Fede sono sicuramente una grande fonte d’ispirazione per me.

Sono abbastanza contenta, meglio partire così e sbagliare, piuttosto che non reagire e non avere carattere.”