Previsioni Meteo per il 16 febbraio, Burian alle spalle: temperature in salita

0
1994

Le previsioni meteo per l’Italia di oggi, martedì 16 febbraio indicano con nettezza che la perturbazione atlantica accompagnata dal vento gelido Burian è alle spalle. Sale ulteriormente quota neve, fino ai 800 metri, piogge assenti e temperature in chiara risalita. Non ci sono allerta del Dipartimento Nazionale per la Protezione Civile.

Previsioni Meteo Italia 16 febbraio

Il Bollettino della Protezione Civile

Secondo il bollettino ufficiale del Dipartimento Nazionale per la Protezione Civile, emesso nella tarda serata di ieri 15 febbraio e valido fino alla mezzanotte di oggi, 16 febbraio, la cartina dell’Italia è tutta verde. Pertanto non sono attive allerta e rischi specifici idraulico, idrogeologico e di temporali.

Le previsioni meteo del 16 febbraio dell’Aeronautica Militare

Con i dati presenti nel bollettino ufficiale del servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare vediamo cosa succede nei vari quadranti del Paese.

Nord Italia: – Da poco nuvoloso a nuvoloso soprattutto su Liguria e Piemonte possibili piovaschi dal tardo pomeriggio. Velature diffuse sul resto del settore.

Centro Italia e Sardegna: – Nuvolosità consistente sulla Toscana e sulle Marche. Ampio soleggiamento sul resto del Centro e sulla Sardegna con possibili addensamenti in serata su Umbria e Lazio.

Sud Italia e Sicilia: – Cielo sereno su tutto il settore ad eccezione di nubi persistenti ma non compatte su Campania e Calabria.

—>>> Ti potrebbe interessare anche Bill Gates: “questione climatica più complicata del covid”

Le temperature i venti e i mari

Temperature:- Le minime sono in netto rialzo in particolare al Centro-Nord e sulle regioni tirreniche del Sud. Le massime sono in aumento su tutto il territorio nazionale.

Venti: – Deboli variabili con tendenza di rinforzo. In serata libeccio sulla Liguria e  maestrale su Calabria e Sicilia.

Mari:-  Da mossi a molto mossi il Mare Ionio e il Mar Ligure; mosso il Mare dello Stretto di Sicilia; localmente mossi il Mar Tirreno e il Mare Adriatico. Poco mossi tutti i restanti mari.