Claudio Sciara, il suo talento comico a Italia’s Got Talent

0
148

Carriera e curiosità su Claudio Sciara, il suo talento comico a Italia’s Got Talent: cosa sapere, dagli esordi al film con Brignano.

(screenshot video)

Ha provato a giocarsi l’ennesima chance della sua vita, Claudio Sciara, uno dei protagonisti della quarta puntata dell’edizione 2021 di Italia’s Got Talent. Vincitore della 34esima edizione del festival dell’umorismo di Grottammare, chiamata Cabaret Amore Mio, il 47enne romano ha alle spalle un curriculum davvero importante.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Italia’s got talent: Mago Domin, chi è Domenico Di Carlo

“Sei molto forte, davvero simpatico”, ha sottolineato Mara Maionchi, mentre Federica Pellegrini aggiungeva: “Mi piaci tanto, non so se è il tuo personaggio”. Lui ha ribattuto di essere così proprio nella vita. Nato a Frascati e cresciuto a Ciampino, gli esordi di Claudio Sciara sono calcando il palco del “Makkekomiko”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Hood Brothers 96 a Italia’s Got Talent: la loro esibizione è da urlo

Cosa sapere sul comico Claudio Sciara di Italia’s Got Talent

Ancora prima, era stato artista di piano bar, prima nei locali della zona di Ciampino, quindi sulle navi da crociera. In televisione, sbarca già nel 2016 nel talent show di La7 dal titolo Eccezionale Veramente e dedicato appunto a comici con la voglia di emergere. Nello stesso anno, ha vinto il “Festival della Comicità”. Non sappiamo se sia vero o faccia parte del suo monologo, ma ha raccontato di essere stato contattato da Enrico Brignano per un ruolo in un suo film.

Tra gli altri premi vinti dal cabarettista, il cui ultimo spettacolo di un paio di anni fa si intitola “Sto a tremila”, ci sono il premio “Alberto Sordi”, che ha vinto al “Faenza Cabaret” del 2019. Quindi ha vinto il premio “Alex Baroni”, conseguito al Festival dell’Adriatico 2019 tenutosi a Offida, nelle Marche. Sempre in televisione, qualche anno fa, è anche apparso nel corso della trasmissione “SCQR (Sono Comici Questi Romani)”. In questi anni, si è poi esibito nello storico locale “Puff” degli eredi di Lando Fiorini.