Benevento-Roma, dove vederla. Mayoral favorito su Dzeko

0
285

Continua la staffetta tra le punte di Fonseca. Inzaghi cerca il colpo

 Benevento-Roma, dove vederla

Benevento-Roma, dove vederla

Benevento-Roma, dove vederla – Nel posticipo domenicale allo Stadio Comunale Ciro Vigorito la Roma di Paulo Fonseca fa visita al Benevento di Filippo Inzaghi. Entrambe le formazioni giallorosse, ma dal tasso tecnico molto differente, l’allenatore dei sanniti punta sull’effetto sorpresa contro una formazione che vuole invece consolidare la zona Champions. Dzeko e compagni hanno vinto, solo con qualche rischio nel finale, nettamente contro il Braga in Europa League per 2-0, in un punteggio che continua a confermare la quasi eterna staffetta tra i due attaccanti. Da una parte Dzeko, uomo troppo importante per tutta la squadra e simbolo della rosa romanista, per quanto i contrasti con l’allenatore gli abbiano fatto perdere la fascia da capitano e per un periodo anche il posto da titolare. Ancora il bosniaco nonostante la prestazione eccellente mostrata anche in coppa, non rientra a priori nell’undici di partenza di Fonseca, ma continua ad alternarsi con Borja Mayoral, attaccante spagnolo che di fatto nel corso della stagione è esploso e non ha fatto rimpiangere un campione come Dzeko. In questa dinamica la Roma sembra aver trovato un proprio equilibrio, perché, al di là delle divisioni interne, la squadra continua a fare molto bene, confermandosi tra le migliori formazioni del campionato dopo la coppia Milan-Inter, che prima in giornata sarà caratterizzata dallo sconto diretto. La squadra di Fonseca può così approfittarne contro il Benevento, che Inzaghi possa giocare una partita di cuore, magari sorprendendo gli ospiti con un’eccellente prestazione. Una partita (diretta tv su Sky Sport canale 201, canale 202 e canale 251) che sembra avere il pronostico chiuso, ma si sa che nel calcio non si può mai dire. Le statistiche al momento non sorridono alle buone intenzioni di Inzaghi, perché il Benevento nelle tre sfide di Serie A contro la Roma hanno finora perso sempre, con un passivo di 14 reti a 4, inoltre segnando almeno quattro reti in ogni incontro. A questo va aggiunto che quella di Fonseca è poi l’unica squadra nei cinque maggiori campionati in corso ad aver registrato il 100% di vittorie contro squadre attualmente nella metà bassa della rispettiva classifica (undici vittorie su undici). L’allenatore conosce inoltre il buon stato di forma dei suoi, anche se è perfettamente cosciente dell’emergenza difensiva, con Smalling, Ibanez, Kumbulla, Santon e Anche Cristante in infermeria, circostanze che lasciano qualche spiraglio di speranza agli avversari, che comunque in stagione non si stanno comportando male rispettivamente all’obiettivo salvezza, ben sopra in classifica rispetto alle dirette avversarie.

Così in campo

L’undici di partenza della Roma sarà condizionato proprio dalle assenze nella retroguardia, anche se a centrocampo e in attacco il tecnico portoghese potrà comunque contare sugli uomini migliori. Nel 3-4-2-1 classico di partenza, davanti a Pau Lopez dovranno giocare dal primo minuto Spinazzola, arretrato rispetto alla sua solita posizione di esterno, Fazio, che torna titolare dopo tantissimo tempo, e Mancini. A centrocampo Villar e Veretout saranno affiancati sulle fasce da Bruno Peres e Karsdorp. In avanti sempre più decisivi per la manovra offensiva della squadra, determinanti per tutto il corso della stagione anche con gol e assist, Mkhitaryan e Pellegrini, che daranno appunto supporto a Mayoral per superare la difesa sannita. Per contrastare i valori offensivi dei romanisti, Inzaghi ha pensato di riproporre il 4-3-2-1, confidando nel buono stato di forma di Glik e nel suo compagno di reparto Tuia davanti a Montipò. Barba e Depaoli come terzini, che saranno probabilmente più chiamati a difendere che ad attaccare. Schiattarella al centro della mediana sarà affiancato da Hetemaj e Viola, entrambi ispirati in questa fase della stagione. Dietro l’unica punta Lapadula, la trequarti sarà compito di Ionita e Caprari. Una partita tutt’altro che facile quella dei giallorossi campani, ma non condivideranno con la Roma le fatiche dell’Europa league, che negli ottavi di finale vede di nuovo la squadra di Fonseca impegnata contro i portoghesi del Braga già giovedì della prossima settimana. Un vantaggio, almeno dal punto di vista fisico, che in alcuni momenti della gara potrebbe fare la differenza, ma dipenderà molto da come la squadra di Inzaghi saprà interpretarla. L’obiettivo sarebbe quello di replicare la grande prestazione del girone d’andata contro la Juventus.

 

Potrebbe interessarti anche -> AusOpen 2021: nona sinfonia di Djokovic

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter